Pasqua 2021, tutte le regole da rispettare per stare in Famiglia

Per la pandemia che non si arretra arrivano per l’Italia già le nuove misure per le festività pasquali, le famiglie saranno ancora divise

Sintomi del Coronavirus
Foto di Tumisu (Pixabay)

Arrivano le nuove misure per la gestione della pandemia in Italia. Il ministro Speranza ha infatti stilato il nuovo decreto che sarà in vigore fino al prossimo 6 aprile. Un lasso di tempo abbastanza lungo che include dunque anche le regole per i giorni delle festività di Pasqua.

Cosa potranno fare le famiglie? Al momento rerstano le limitazioni agli spostamenti tra Regioni per le norme fissate dal primo provvedimento Draghi che ne ha stabilito lo stop fino al 27 marzo ma già da ora si pensa ad una probabile proroga.

Gli unici spostamenti consentiti tra Regioni sono quelli per motivi di lavoro, salure e necessità e per ritornare alla propria residenza, domicilio o abitazione. Vietati viaggi di turismo e riunioni di famiglia. Consentiti gli spostamenti verso le seconde case, anche se in zona rossa, ma solo per un solo nucleo familiare facendo attenzione poi ad alcune regioni che escludono questa possibilità.

Resta consentito fare visita a parenti e amici una sola volta al giorno in un massimo di due persone che possono portare con loro i bambini sotto i 14 anni. Possibilità valida solo in zone gialle e arancioni, vietato per le zone rosse.

Pasqua 2021, le altre regole valide nel Paese  

Coronavirus
Coronavirus (Pixabay)

Con il nuovo decreto ancora scuola in presenza nelle zone arancioni e gialle tra il 50 e il 75 % per gli alunni delle scuole superiori mentre la Dad sarà applicata nella nelle zone rosse.

Su molti fronti si sta lavorando per cercare di far ripartire alcuni tra i settori più colpiti. Cinema e teatri dovrebbero riaprire a fine marzo e si pensa ad una partenza con la capienza ad un terzo dei posti disponibili in sala.

Al lavoro anche per l’apertura dei ristotanti alla sera. Il pressing dal settore è serrato e le Regioni chiedono che possano rimanere aperti fino alle 22 quando scatta il coprifuoco.

Si va poi verso l’apertura dei musei nel fine settimana. La richiesta del ministro Franceschini è quella di permettere la visita, oltre che nei giorni feriali come succede già ora in zona gialla, anche nel weekend e nei giorni festivi.

Per il momento palestre e piscine restano chiuse e non si parla ancora di una data.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

coronavirus
(Getty Images)

Per i negozi le regole restano invariati, aperti in zona arancione e gialla, solo quelli  essenziali in zona rossa. Per i weekend chiusura ancora valida nei centri commerciali.

PER RIMANERE INFORMATO SU TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO GUARDA IL TG DI YESLIFE.