Colpito da un improvviso malore: operaio muore sul posto di lavoro

Questa mattina, un operaio 38enne è morto presso lo stabilimento ex Ilva di Taranto dopo essere stato colto da un improvviso malore.

Taranto muore operaio ex Ilva malore
Soccorsi (wellphoto – Adobe Stock)

Tragedia questa mattina presso lo stabilimento siderurgico ArcelorMittal di Taranto, dove un operaio di 38 anni ha perso la vita. Il 38enne, secondo le prime informazioni, sarebbe stato colpito da un malore mentre si trovava all’interno dello spogliatoio della portineria. Immediatamente soccorso sul posto, per l’operaio ogni tentativo di rianimazione si è rivelato vano. A dare la notizia è stato Rocco Palombella segretario generale della Uilm di Taranto.

Leggi anche —> Stimato medico muore in un tragico incidente: indagano i carabinieri

Taranto, malore prima del turno di lavoro: operaio 38enne muore nello stabilimento siderurgico ex Ilva

Genova incidente muore giovane parrucchiera
Ambulanza (Lionello Rovati – Adobe Stock)

Leggi anche —> Drammatico incidente stradale: carabiniere in servizio perde la vita

Un operaio è deceduto questa mattina, venerdì 26 febbraio, presso lo stabilimento siderurgico ArcelorMittal di Taranto. La vittima è Francesco Tomai, 38enne che lavorava nel reparto Trh-Afo dell’area a caldo dell’ex Ilva. Secondo quanto riporta la redazione di Repubblica, il 38enne mentre si trovava all’interno della portineria A, prima del turno di lavoro, è stato colto da un arresto cardiaco. L’operaio è stato soccorso sul posto, ma ogni tentativo di rianimazione si è rivelato vano.

A dare la notizia della tragedia è stato, come riporta Repubblica, il segretario generale della Uilm di Taranto, Rocco Palombella, che ha affermato: “Ci stringiamo alla famiglia di Tomai in questo momento così drammatico. Esprimiamo cordoglio perché una vita che si spezza è un grande dolore per tutti“.

Cordoglio anche da parte del sindacato dei lavoratori Usb del capoluogo di provincia pugliese, il cui coordinatore provinciale, Francesco Rizzo ha commentato: “Francesco – si legge in un post sulla pagina Facebook dell’Usb- era un lavoratore affidabile, un ragazzo perbene, sempre pronto a difendere il più debole, una persona alla quale eravamo molto legati che ci lascia improvvisamente per un destino triste e ingiusto“.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

🔘 Immensamente addolorati #USB ricorda con riconoscenza il suo generoso altruismo e il suo essere…

Pubblicato da Usb Taranto su Venerdì 26 febbraio 2021

Rizzo ha poi concluso affermando che tutto il sindacato è rimasto sconvolto da quanto accaduto stamattina ed ha espresso la propria vicinanza alla famiglia dell’operaio.

PER RIMANERE INFORMATO SU TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO GUARDA IL TG DI YESLIFE.