Dpcm, cosa cambia dal 6 marzo: nuova sorpresa per piscine e palestre

E’ stato stabilito nella bozza dell’ultimo decreto quali sono le novità in vista che ci attendono dal 6 marzo al 6 aprile.

maestra negazionista dichiarazione
Una bambina svolge i compiti in classe (getty images)

Le nuove disposizioni firmate nell’ultimo Dpcm saranno in vigore a partire dal 6 marzo e si protrarranno per un mese, comprendendo così le vacanze di Pasqua.

Ma quali sono le novità in vista?

Nella bozza si legge che la didattica delle scuole superiori sarà in presenza al 50% mentre resta in presenza per gli alunni dell’infanzia, delle elementari e delle medie, si esclude qualunque altra forma di aggregazione.

Restano ancora chiuse palestre e piscine, sale giochi, scommesse e parchi divertimento, in zona rossa chiusi barbieri e parrucchieri. Rimangono chiusi i bar e i ristoranti dopo le ore 18, salvo l’asporto che è consentito. Confermato anche il coprifuoco dalle 22 alle 5 mentre per quanto riguarda la visita ai non conviventi è salva la possibilità di recarsi nelle case di amici e parenti, a differenza di quanto vociferato nelle indiscrezioni di questi giorni.

La grande novità è la riapertura di cinema e teatri a partire dal 27 marzo garantendo le norme sul distanziamento sociale.

Fiere, congressi e discoteche restano chiuse così come gli impianti sciistici.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Speranza: no alla seconda dose di vaccino per i guariti

Possibili ulteriori cambiamenti

governo draghi sulle varianti
Mario Draghi (Getty Images)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Pasqua 2021, tutte le regole da rispettare per stare in Famiglia

Ciò che è stato garantito nella bozza del nuovo Dpcm è quanto segue:

“Al fine di dare attuazione agli indirizzi forniti dalle Camere ai sensi dell’articolo 2, comma 1, del decreto legge n. 19 del 2020, e’ istituito presso il Ministero della salute un tavolo tecnico di confronto, costituito con decreto del Ministro della salute, composto da rappresentanti del Ministero della salute, dell’Iss, delle Regioni e delle Province autonome su designazione del Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, nonché da un rappresentante del Ministro per gli affari regionali e le autonomie per procedere all’eventuale revisione o aggiornamento dei parametri per la valutazione di rischio”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

nuovo dpcm
(Getty Images)

Dunque queste norme dovranno essere rispettate dal 6 marzo fino al giorno dopo Pasquetta.