Sapevi che l’orso polare non beve acqua? Le curiosità nella sua Giornata Mondiale

27 Febbraio. Oggi è la Giornata Mondiale dell’ Orso Polare. Scopriamo tante curiosità su questo straordinario animale. Molte sono davvero incredibili

Orso Polare pixabay
Orso Polare – Pixabay

L’orso polare è il carnivoro terrestre più grande del pianeta. Il 27 Febbraio è la Giornata mondiale dedicata a questo straordinario animale, indetta dal WWF per sensibilizzare la collettività sulle minacce che questa specie sta affrontando soprattutto in merito ai cambiamenti climatici subiti dalla zona artica.

L’orso polare, conosciuto scientificamente come Ursus maritimus, vive appunto nelle zone ghiacciate dell’emisfero settentrionale. Il suo aspetto è caratterizzato da un mantello (apparentemente) bianco che gli consente di adattarsi al suo habitat. E’ un nuotatore eccellente e trascorre gran parte della sua vita immerso nelle acque gelide dell’ Artico. Si ritiene che la specie si sia stabilita in quell’area del pianeta da circa 120.000 anni. L’ Unione Internazionale per la conservazione della natura informa che l’ orso polare è una specie, sfortunatamente, inserita in lista rossa per i pericoli a cui è sottoposta.

Leggi anche >>> Il cane al tuo matrimonio: è possibile? I 5 consigli per avere questo invitato speciale

Orso Polare: tutte le curiosità di questa specie straordinaria

Madri migliori regno aminale
Orso Polare – GettyImages

Leggi anche >>> Gatto: 7 cose molto comuni dentro casa che potrebbero ucciderlo

Ci credereste se vi dicessimo che l’orso polare ha la pelle nera? Ebbene è così anche se non sembrerebbe a causa del suo mantello chiaro. I peli in realtà non sono nemmeno bianchi ma trasparenti e traslucidi che catturano i raggi solari e li convogliano verso la cute per evitare la perdita di calore in inverno. Per questo motivo è dotato anche di uno strato molto spesso di grasso corporeo che gli consente di resistere alle basse temperature.

Le sue dimensioni sono enormi: un orso polare adulto maschio può raggiungere i due metri di altezza e 500 kg di peso. E’ carnivoro; si alimenta principalmente di prede come foche, beluga e altri animali marini. Per sopravvivere necessita di circa 30 kg di cibo ogni giorno.

Una curiosità che vi lascerà senza fiato è che questo animale non beve acqua. Com’è possibile? Nel suo habitat non ci sono risorse di acqua dolce. Per dissetarsi beve il sangue delle sue prese così da avere la giusta idratazione.

Oggigiorno stiamo vedendo un’ estinzione progressiva delle popolazione di orsi polari. Questa specie si trova in uno grave stato di vulnerabilità a causa di diversi fattori. Innanzitutto la caccia; è una pratica vietata in molti paesi però in Canada e in Russia è ancora considerata legale, innescando un rapido calo delle popolazione. In secondo luogo, il riscaldamento globale e l’accumulo di sostanze inquinanti nel ghiaccio e nell’atmosfera artica rendono la sopravvivenza di questi animali straordinari impervia se non impossibile. Si è ridotta drasticamente la loro superficie abitabile. Inoltre, se non hanno la possibilità di spostarsi dopo aver completato le riserve di grasso, è probabile che abbiano difficoltà a riprodursi.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook,Instagram e Twitter

Orso Polare
(Getty Images)

La popolazione di orsi polari potrebbe ridursi di 1/3 nei prossimi 35 – 40 anni; considerando che attualmente ce ne sono solo 20mila esemplari, alla fine del 21° secolo saranno estinti.