Sanremo, Amadues confessa retroscena: “Ho avuto un colpo al cuore”

Manca sempre meno al Festival di Sanremo. Amadeus rivela le tante difficoltà affrontate nell’organizzazione a causa dell’emergenza sanitaria. 

Amadeus Giovanna stop polemiche
Amadeus (Getty Images)

Si accorcia il conto alla rovescia per il Festival di Sanremo. Alla vigilia della settantunesima edizione della manifestazione, Amadeus ha rivelato le numerose difficoltà organizzative legate all’emergenza sanitaria. Per il secondo anno conduttore del Festival, ha raccontato gli ardui momenti vissuti per la preparazione di una delle kermesse  più complicate della storia del Festival.

Nell’ambito di un’intervista a Radiotube su Radio 24, il conduttore ha ripercorso le preoccupazioni degli ultimi mesi in merito alla possibilità che il Festival venisse annullato per via della pandemia. “Un danno per i musicisti. Ma anche un danno psicologico, morale, la perdita di un patrimonio che appartiene a tutti: è giusto che ci sia. Un domani vedremo le immagini del 2021, del teatro con la platea vuota, e ci faranno commuovere”, il commento del conduttore.

LEGGI ANCHE > Sanremo 2021, il significato della canzone dei Maneskin “Zitti e buoni”

Amadeus: tanti i momenti difficili affrontati nei mesi organizzativi del Festival

Sanremo 2021
Il conduttore Amadeus (Getty Images)

LEGGI ANCHE > Sanremo 2021, il brano di Bugo: il testo della canzone “E invece sì”

Amadeus inoltre ha affermato che il Festival non poteva arrestarsi anche dal punto di vista economico. In particolare ha raccontato come gli investitori abbiamo destinato alti budget per questa edizione.

Il direttore artistico ha poi espresso la sua posizione su coloro che credono che queste somme, in assenza della manifestazione, potessero essere destinata a chi si trova in difficoltà. “Magari si potesse, non funziona così. Gli sponsor hanno aderito tutti, se avessimo avuto altri spazi da pubblicizzare avrebbero investito di più, anche le aziende evidentemente hanno bisogno di visibilità”, le parole di Amadeus.

Dietro al Festival, in partenza il prossimo martedì, vi è una lunga organizzazione. I lavori sono iniziati lo scorso maggio. Allora la speranza era che con il nuovo anno la pandemia diventasse solo un ricordo. Ma non è stato così e pertanto la macchina organizzativa ha dovuto più volte rivedere le sue scelte. Lo spettacolo verrà realizzato seguendo le misure indicate in un protocollo Rai vagliato dal CTS.

Nel corso dei mesi il direttore artistico è più volte stato attaccato per la scelta di realizzare la manifestazione nonostante la situazione. Amadeus ha rivelato di aver vissuto momenti difficili fermandosi più volte per ritagliarsi spazi di riflessione. In particolare, negli attimi della crisi organizzativa e del persistere dalla diffusione del covid, la foto dei 300 operai intenti a completare il palco ha intristito il conduttore. “Ho avuto un colpo al cuore”, le parole di Amadeus.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

Tuttavia malgrado le difficoltà e i tanti cambi di programma è riuscito a non demordere nella missione di mettere in piedi nonostante tutto lo spettacolo in base alle possibilità del momento.