Uomo confessa brutale duplice omicidio: vittime una madre e la figlia di 12 anni

A due anni di distanza dai fatti, un uomo è stato accusato dell’omicidio di una giovane madre e della figlia di quest’ultima, una bambina di soli 12 anni.

Russia confessa duplice omicidio madre figlia
(fsHH – Pixabay)

Un uomo di 35 anni è stato arrestato con gravissime accuse in Russia. L’uomo, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, sarebbe sospettato del brutale omicidio di una donna di 36 anni e della figlia di quest’ultima, una ragazzina di 12 anni, assassinate due anni fa a Nizhny Tagil, nella Russia centrale. Il sospetto, attualmente in carcere per il furto di un’auto, sarebbe stato identificato grazie agli esami del Dna effettuati dagli esperti e, dopo l’arresto, avrebbe confessato il duplice omicidio. Ora rischia l’ergastolo.

Leggi anche —>  Lite tra fratelli per lavare i piatti culmina in un brutale omicidio

Russia, uccide una giovane madre e la figlia di 12 anni: 35enne individuato dalla polizia a due anni di distanza

polizia russa
polizia russa (Getty Images)

Leggi anche —>  Orrore in un fienile, pensionata rinvenuta in un lago di sangue: confessa il giovane ex

Svolta in un caso di duplice omicidio, consumatosi nel 2019 in una casa di Nizhny Tagil, cittadina della Russia centrale. Un uomo di 35 anni è stato individuato come il possibile sospettato dell’orrore, grazie agli esami del Dna a due anni di distanza. Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, come riferiscono i media locali e la redazione del The Sun, il 35enne era stato invitato in casa per bere un drink da una donna di 36 anni. Giunti presso l’abitazione, i due avrebbero consumato degli alcolici e l’uomo sarebbe diventato violento tanto che la ragazza lo aveva invitato a lasciare l’appartamento. Il 36enne, a quel punto, avrebbe aggredito la vittima con un coltello da cucina colpendola ripetutamente, poi avrebbe raggiunto in stanza la figlia della donna, una ragazzina di 12 anni, e, dopo averla violentata, l’avrebbe assassinata strangolandola con il filo di un ferro da stiro.

I corpi delle due vittime, riferisce The Sun, sarebbero stati ritrovati il giorno successivo dalla madre della 36enne che aveva raggiunto l’abitazione della figlia per festeggiare il suo compleanno. Lanciato l’allarme, sul luogo dell’orrore sono sopraggiunti i soccorsi che non hanno potuto far nulla per la donna e la figlioletta. La polizia ha svolto le indagini e, a distanza di due anni, avrebbe individuato il presunto colpevole che, si trova attualmente in carcere, condannato a sei anni di reclusione per aver rubato un’auto nel 2019.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Polizia Russia
Polizia russa (Getty Images)

Il 35enne, accusato di stupro e duplice omicidio, riporta il The Sun, avrebbe confessato. Adesso, secondo la legge russa, rischia una condanna all’ergastolo.