Rassegna stampa del 2 marzo: le notizie più importanti del giorno

Rassegna stampa della giornata di martedì 2 marzo: le notizie più importanti ed i servizi giornalistici.

Lutto nel mondo della musica: è morto il DJ Claudio Coccoluto

Tragedia nel mondo della musica, è morto il grande DJ
Console dj (Pixabay)

Ieri mattina, martedì 2 marzo, è morto Claudio Coccoluto, uno dei più grandi DJ del nostro Paese e d’Europa. Il noto disc jockey è scomparso all’età di 59 anni, dopo un anno di lotta contro una malattia, nella sua abitazione di Cassino circondato dall’affetto dei suoi cari, la moglie Paola e i figli Gianmaria e Gaia.

Originario di Gaeta, in provincia di Latina, Coccoluto si era avvicinato al mondo della musica già da adolescente divenendo tra la fine degli anni ’80 e gli inizi degli anni ’90 uno dei dj più apprezzati del panorama europeo. La sua musica house aveva fatto ballare diverse generazioni nelle discoteche italiane ed europee.

Diffusasi la notizia, sono stati innumerevoli i messaggi di cordoglio per la famiglia ed in ricordo di Coccoluto. Tra questi anche quello del collega e direttore artistico di Radio Deejay, Linus che su Instagram ha scritto: “In ogni mestiere ci sono quelli bravi, quelli molto bravi, e i fuoriclasse. Claudio era uno di questi. Felice di esserti stato amico, spero finalmente tu sia sereno.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Tragedia nel mondo della musica, è morto il grande DJ – VIDEO

Covid-19, il nuovo commissario Figliuolo cambia il piano vaccinale – VIDEO

Il generale dell’esercito Francesco Paolo Figliuolo è stato nominato dal presidente del consiglio Mario Draghi commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus. Figliuolo, che sostituirà Domenico Arcuri, il quale ha gestito la pandemia nei mesi scorsi, è un esperto di logistica dell’Esercito, e ha già avuto a che fare con il piano vaccinale. Al generale si deve la gestione del flusso di vaccini arrivati alla base di Pratica di Mare.

Sotto il controllo del nuovo commissario vi sarà un cambio di passo per la campagna di vaccinazione contro il coronavirus, finalizzato all’accelerazione delle somministrazioni. Nel dettaglio, la campagna sarà controllata dall’Esercito e dalla Protezione Civile, a cui capo è stato nominato Fabrizio Curcio, e potrebbe cambiare il rapporto con le Regioni che sino ad ora hanno proceduto in autonomia. Il nuovo piano dovrebbe partire dal mese di aprile, mentre durante il mese in corso si seguiranno le linee già stabilite dal precedente commissario Arcuri.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid, il nuovo commissario Figliuolo cambia il piano vaccinale – VIDEO

Covid-19, Bertolaso: “In Italia produrremo vaccini quando tutto sarà sotto controllo”

Guido Bertolaso, consulente per l’emergenza sanitaria per la Regione Lombardia, è intervenuto durante la trasmissione Mediaset Quarta Repubblica per parlare dei vaccini contro il Covid-19. Secondo l’ex capo della Protezione Civile, durante il mese di aprile arriveranno ben cinque vaccini per contrastare l’epidemia. “Adesso arriva quello di Johnson & Johnson che è stato approvato dagli Stati Uniti – ha affermato Bertolaso- poi si parla tanto dello Sputnik, tutti dicono che va bene. L’Ema farà delle verifiche e successivamente verrà approvato“. In merito, però, spiega l’ex capo della Protezione Civile, bisogna superare i problemi di burocrazia e organizzazione: ogni cittadino, difatti, per ricevere la dose deve compilare un questionario di 11 pagine di consenso, circostanza che farebbe allungare le tempistiche. Per risolvere questo scoglio, la Lombardia si sta muovendo per digitalizzare tutto e creare un‘applicazione dedicata.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid, Bertolaso: “In Italia produrremo vaccini quando tutto sarà sotto controllo” – VIDEO

 Covid-19, il bollettino del 2 marzo: i numeri dell’epidemia in Italia

Nel pomeriggio di ieri, il Ministero della Salute ha reso noti i dati dell’epidemia da Covid-19 diffusasi nel nostro Paese. Stando al bollettino, i casi di contagio dall’inizio dell’emergenza sono saliti a 2.955.434 con un incremento di 17.083 rispetto alla giornata precedente. In salita anche i soggetti attualmente positivi che ammontano a 430.996 (+6.663) e i ricoveri nei reparti di terapia intensiva2.327 in totale con un incremento di 38 pazienti. Il numero dei guariti è giunto a 2.426.150, ossia 10.057 unità in più rispetto alla giornata di lunedì. Si aggrava ancora il bilancio delle vittime con 343 decessi registrati nelle ultime 24 ore che hanno portato il totale a 98.288.

 PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Bollettino del 2 marzo: salgono i ricoveri in terapia intensiva – VIDEO

Sanremo 2021, festival senza pubblico: l’atmosfera spettrale nella città dei fiori

Ha preso il via, ieri sera, la 71esima edizione del Festival di Sanremo. Anche la nota kermesse è stata colpita dall’effetto Covid ed avrà un sapore diverso rispetto ai precedenti anni. In rispetto alle norme anti contagio, difatti, per la prima volta nella storia al teatro Ariston non ci sarà il pubblico ad applaudire i cantanti in gara e i conduttori: gli applausi, saranno difatti, finti. L’atmosfera che si respira nella città ligure non è quella di sempre anche se la voglia di tornare alla normalità è tanta. Davanti gli alberghi non si vedono più i sostenitori in cerca di un autografo o di uno scatto insieme al proprio beniamino.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Sanremo 2021, festival senza pubblico: l’atmosfera spettrale nella città dei fiori – VIDEO

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

Sanremo 2021 classifica prima puntata
Amadeus (Getty Images)

Inoltre in sostituzione dello storico tappeto rosso davanti all’Ariston è stato allestito un punto tamponi, test che chi prenderà parte alla manifestazione dovrà effettuare ogni 72 ore.