Covid-19, il Governo valuta nuove misure: spunta ipotesi lockdown

Per cercare di accelerare la somministrazione dei vaccini contro il Covid-19, si stanno valutando nuove misure restrittive, tra cui quella di un nuovo lockdown.

Covid-19 ipotesi nuovo lockdown
(Getty Images)

Ad un anno esatto dall’entrata in vigore del primo lockdown nazionale, l’ipotesi di nuove restrizioni sull’intero territorio italiano sembrano farsi sempre più avanti. A preoccupare sono i numeri relativi all’epidemia da Covid-19 nuovamente in aumento, circostanza che secondo alcuni esperti indicherebbe l’inizio di una terza ondata. Nel dettaglio si parlerebbe di un nuovo lockdown di 3/4 settimane per permettere le somministrazioni di massa dei vaccini.

Leggi anche —> “Il Covid durerà 20 anni se non riapriamo”: il parere shock degli scienziati

Covid-19, spunta l’ipotesi di un nuovo lockdown: l’obiettivo è quello di accelerare la somministrazione di dei vaccini

Aggiornamento bollettino Ministero della Salute 25 dicembre
Vaccini (Getty Images)

Leggi anche —> Lombardia in zona arancione scuro: che vuol dire? Tutti i cambiamenti

Salgono ancora i casi di contagio da coronavirus in Italia. Stando all’ultimo bollettino, diramato ieri pomeriggio dal Ministero della Salute, le persone risultate positive dall’inizio dell’emergenza hanno superato i 3 milioni con un incremento rispetto alle 24 ore precedenti di oltre 20mila unità. Questi numeri, secondo alcuni esperti, potrebbero rappresentare l’inizio di una terza ondata dell’epidemia, circostanza che suscita preoccupazioni. Per cercare di limitare il contagio e accelerare le somministrare dei vaccini contro il virus si starebbero valutando delle restrizioni per tutto il territorio nazionale.

Nel dettaglio, secondo quanto riporta la redazione di Tgcom24, tra le varie misure vi sarebbe quella di un nuovo lockdown nazionale, una proposta, avanzata dagli esperti, che verrà discussa durante il prossimo vertice tra i ministri Speranza e Gelmini, il coordinatore del Cts Miozzo e il commissario all’emergenza Figliuolo. Oltre a quella di una zona rossa a livello nazionale, vi sarebbe anche l’ipotesi di una zona arancione rafforzata o di restrizioni concentrate maggiormente nel weekend con coprifuoco anticipato alle 19 o alle 20. Tali misure, però, riferisce Tgcom24, potrebbero non interessare le regioni classificate come zona bianca, dove attualmente è stata collocata solo la Sardegna.

L’obiettivo delle istituzioni, oltre a quello di rallentare la diffusione del virus, è quello di aumentare le vaccinazioni portando la media giornaliera da circa 100mila a 600mila dosi. Al momento, le dosi somministrate in Italia, secondo i dati del Ministero della Salute, sono 5.417.678, mentre sono 1.652.031 i soggetti che hanno ricevuto sia la prima che la seconda dose del vaccino.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Vaccino Covid-19 Italia salute
(Getty Images)

Da oggi sino a fine marzo, riporta Tgcom24, si stima la consegna in Italia di circa 9 milioni di dosi che salirebbero a 52 milioni e 477mila tra il primo aprile ed i successive tre mesi. Numeri che potrebbero rappresentare una svolta decisiva nella campagna di vaccinazione a livello nazionale.