Celiachia, i sintomi evidenti per una diagnosi immediata della malattia

Ne è colpito circa l’1% della popolazione mondiale ma ancora oggi non si conoscono bene i sintomi legati alla celiachia in età infantile e adulta. Vediamoli insieme

Sintomi celiachia adulti bambini
Grano (Foto di PixelAnarchy da Pixabay)

Probabilmente si tratta di una malattia sempre esistita ma accelerata e aggravata dopo l’inserimento di pesticidi nei fertilizzanti usati nei terreni adibiti alla coltivazione di grano e sementi in generale. Stiamo parlando della celiachia, riconosciuta come malattia cronica solo dal 2008. 

Sul sito del Ministero della Salute la malattia celiachia, è definita come “una malattia permanente su base infiammatoria dell’intestino tenue, caratterizzata dalla distruzione della mucosa di questo tratto intestinale”.

Sappiamo che è scatenata dall’ingestione di glutine in soggetti geneticamente predisposti e può manifestarsi in individui di tutte le età, già a partire dallo svezzamento. In alcuni pazienti si scatena per la prima volta però anche dopo uno specifico evento molto intenso e stressante, come ad esempio una gravidanza, un’infezione virale oppure un intervento chirurgico.

Il glutine è una proteina contenuta nel grano, nell’orzo e nella segale ma è possibile rinvenirne tracce anche in prodotti da banco come farmaci, integratori, burro cacao. L’Istituto Superiore di Sanità ha spiegato che la celiachia può essere sia una malattia di malassorbimento delle sostanze nutritive, sia una reazione immunitaria anomala al glutine.

La malattia colpisce circa l’1% della popolazione mondiale, me nei soggetti che hanno un familiare affetto la probabilità di avere lo stesso corredo genetico si alza al 22%. Spesso ancora oggi, nonostante se ne parli con grande frequenza rispetto al passato, non si conoscono ancora bene i sintomi connessi a questa infiammazione, che il Ministero spiega essere molto diversi tra bambini e adulti.

LEGGI ANCHE –>>> Torcicollo: come affrontare un dolore molto fastidioso

Celiachia, i sintomi collaterali alla malattia infiammatoria in età infantile e adulta

Sintomi celiachia adulti bambini
Celiachia glutine (Foto di mohamed Hassan da Pixabay)

LEGGI ANCHE –>>> Cibi che causano la cistite, bisogna evitarli ecco quali sono

Le manifestazioni evidenti legate alla celiachia variano in base all’età. Ad esempio nei neonati e nei bambini piccoli i segnali più evidenti sono:

  • Gonfiore e dolore addominale
  • Diarrea
  • Vomito
  • Costipazione
  • Dimagrimento
  • Irritabilità (spesso scambiata per iperattività)

Se non diagnosticata per tempo può portare alla comparsa di altri problemi correlati come ritardi nella crescita e nella pubertà, la bassa statura, denti fragili e facilmente cariabili.

Negli adulti invece i sintomi della celiachia variano in base al soggetto ma gli effetti possono manifestarsi sotto diversi punti di vista. Solo l’occhio attento di un buon medico di base può indirizzare il paziente verso specialisti in grado di risolvere il problema:

  • Anemia
  • Affaticamento e stanchezza generalizzata
  • Dolore alle articolazioni
  • Fragilità ossea o osteoporosi
  • Depressione o ansia
  • Diarrea oppure costipazione
  • Vomito
  • Gonfiore addominale
  • Assenza di mestruazioni
  • Sterilità o aborti spontanei ricorrenti
  • Eruzione cutanea pruriginosa

La scienza è concorde comunque nel ritenere colpevoli tre fattori cardine per la comparsa della malattia e anche per l’intensità dei sintomi. Il primo è la durata dell’allattamento al seno, il secondo l’età in cui la persona ha iniziato ad assumere cibi contenenti glutine. Infine l’ultimo parametro è la quantità di alimenti a base di glutine che vengono consumati giornalmente.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Sintomi celiachia adulti bambini
Pane (Foto di fancycrave1 da Pixabay)

Riconoscere la celiachia può essere difficile perché alcuni dei suoi sintomi sono simili a quelli di altre malattie. Per questo consigliamo sempre di evitare le diete fai da te e affidarsi invece a degli specialisti in gradi di poter indirizzare verso gli esami e le cure migliori.