Storie Italiane, commozione in studio: “Per noi ha rappresentato tanto”

Eleonora Daniele omaggia Roul Casadei a Storie italiane, il musicista morto dopo aver contratto il Covid, la testimonianza in studio

storie italiane roul casadei
Mirko Casadei (screenshot)

E’ appena iniziata una nuova settimana e con essa anche il programma Storie italiane, in onda tutte le mattine dal Lunedì al Venerdì su Rai1. Oggi 15 marzo, è per la trasmissione un’occasione per omaggiare uno dei personaggi che hanno fatto la storia della musica, che a quasi ottantaquattro anni è morto per Covid, lasciando un grande dolore. Stiamo parlando di Roul Casadei, musicista e compositore italiano, famoso per il contributo alla diffusione del ballo liscio. “Un mito senza tempo e età, un repertorio che ha accompagnato la vita di intere generazioni – afferma la presentatrice Eleonora Daniele – con la sua band ha fatto dei concerti ovunque, in tutto il mondo”. E poi lascia spazio al servizio che ripercorre i momenti più importanti della vita del musicista. Il figlio Mirko Casadei è un ospite in collegamento, pronto a parlare e a raccontare il dramma della famiglia.

LEGGI ANCHE>>>Storie Italiane, l’indiscrezione: “Quando facevi film tu altro che riservatezza”

Storie italiane, Roul Casadei non era ancora vaccinato

storie italiane roul casadei
(Screenshot)

LEGGI ANCHE>>>Storie Italiane, furiosa lite fra Roberta Bruzzone e Simona Izzo: “Cafona!”

Roul Casadei non era stato ancora vaccinato e molti sul web non hanno perso occasione di sottolineare questa cosa e far fronte al problema che riguarda la maggior parte degli italiani: la somministrazione di vaccini. A parlare in collegamento con la Daniele è il figlio della vittima, Mirko Casadei che spiega qual è stata l’evoluzione della malattia per il padre. Il musicista ha contratto il virus all’inizio del mese di marzo, quando tutti tranne Mirko, sono risultati positivi. Nessuno aveva ancora chiamato l’artista per la vaccinazione. “Non è arrivato in tempo – afferma il figlio – Io credo che nella vita ci siano delle fatalità, dei momenti che arrivano, che purtroppo devono arrivare al di là di tutto! Puoi andare a cercare una responsabilità In questo caso mi sembra anche non di buon gusto”. Roul stava aspettando il vaccino ci credeva – Non vedeva l’ora di farlo, non è riuscito a farlo, questo è una dato di fatto, è la realtà”. 

L’appello di Mirko Casadei

“Non mi sento di fare una polemica del genere”, fa riferimento a tutte le critiche lette sul web riguardo al vaccino, “Purtroppo siamo in una situazione difficile, le responsabilità sono aperte a tante persone, perché poi il governo fa quello che può, i vaccini non arrivano, sappiamo qual è il problema”. E poi aggiunge: “Ci dobbiamo dare una bella svegliata, un esempio come quello di Roul deve servire ancora di più a dare una accelerata alla campagna vaccinale”. Mirko poi ribadisce che all’ospedale non hanno tanti mezzi per salvare tutte le vite toccate dal virus.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Storie Italiane (@storieitalianerai)

La conduttrice di Storie italiane ha poi dato la parola a Pupo, in collegamento per lasciare un messaggio a Roul e alla famiglia.