AstraZeneca, il clamoroso gesto della moglie del professore di Biella – VIDEO

La moglie del professore di Biella, deceduto poche ore dopo aver ricevuto il vaccino Astrazeneca, compie un gesto che spiazza tutti.

Dopo giorni di grandi polemiche legate all’efficacia del vaccino AstraZeneca e in attesa del verdetto finale dell’EMA che si pronuncerà domani, emergono nel frattempo dei risvolti sulla morte di Sandro Tognatti, il professore 57enne di Biella morto 14 ore dopo la somministrazione della prima dose del farmaco.

Dai primi riscontri dell’autopsia eseguita sul corpo dell’uomo, come riportato dall’Ansa, pare che il decesso possa essere sopraggiunto a causa di “fatto cardiaco improvviso”. Il medico legale, dunque, al momento non avrebbe rilevato alcuna correlazione tra la morte e la somministrazione del vaccino. Il tutto, però, come specificato sia dalla Procura che dal legale della famiglia è in attesa di conferma e si dovranno attendere ulteriori esami.

Secondo quanto dichiarato dalla moglie Simona Riussi, l’uomo “era in perfetta salute: non soffriva di cuore o altro”.

LEGGI ANCHE -> Professore morto dopo il vaccino: il risultato dell’autopsia

Simona Riussi spiazza tutti, “Farò la seconda dose dell’AstraZeneca”

LEGGI ANCHE -> Pandemia: il ministro della salute Speranza conferma la fiducia nel vaccino

Sandro e la moglie Simona hanno fatto il vaccino insieme sabato scorso, “lo abbiamo fatto tutti e due, lui alle cinque e mezza, io un’ora dopo”, ha detto la donna agli inquirenti che l’hanno interrogata sull’accaduto. Il marito nella notte ha avuto la febbre alta e poi la mattina seguente il decesso improvviso intorno alle 10.

Mio marito era in buona salute, non aveva problemi cardiaci né di altro tipo. L’unica situazione clinica un po’ particolare è che era affetto da microcitemia”, questa l’unica situazione rilevante a cui la coppia aveva prestato attenzione prima della somministrazione.

A pochi giorni dalla morte dell’uomo però la signora Riuzzi spiazza tutti con un gesto inaspettato, ha dichiarato infatti che desidera sottoporsi alla seconda dose del vaccino AstraZeneca, l’unico modo per sconfiggere il Covid.

E in ogni caso si sa – continua la donna – che con i vaccini ci possono essere delle controindicazioni, ma è l’unica strada che esiste per uscire dalla pandemia”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

La signora piega che bisogna continuare a crederci, e dello stesso avviso è anche Massimo Gramellini che nella sua rubrica del Corriere della Sera, “Astra Seneca“, riporta a chiare lettere questo suo pensiero: “Ci vuole tanta sapienza per mantenere la testa fredda dentro una tragedia, rovesciando una potenziale invettiva in un messaggio così forte di speranza. Il modo migliore per onorare questa donna è imitarla“.