Demi Lovato ammette lo stupro dello spacciatore: “Sono stata dichiarata morta”

La cantautrice Demi Lovato ammette dopo un lungo silenzio lo strupro subito in seguito all’overdose: “Sono stata dichiarata morta“.

Demi Lovato ammette strupro overdose
Demi Lovato (Getty Images)

Giunge con grande clamore l’atto di sincerità adesso reso pubblico dalla cantatrice ed attrice ventottenne di origini statunitensi, Demi Lovato. L’artista canora è stata fin da bambina sotto i riflettori del grande pubblico. Per poi affermarsi nel corso degli anni come una delle personalità femminili più amate sul panorama mondiale della musica.

La notizia che prende in causa una parte altamente scabrosa e sofferta del suo passato è stata diramata grazie all’uscita preannunciata per il prossimo 2 Aprile della sua nuova creazione. Si tratta di una docu-serie firmata dall’artista canora e dallo sprezzante titolo Dancing With The Devil. O anche “The Art Of Starting Over“, ovvero: “l’arte di ricominciare“.

Non sono solo andata in overdose. Sono stata anche abusata“, dopo un lungo silenzio l’irruzione delle parole della cantautrice fanno tremare l’opinione pubblica. Secondo il racconto contenuto nel nuovo progetto, Demi sarebbe stata violentata dal suo spacciatore in seguito ad un’overdose che avrebbe potuto costarle la vita. A distanza di anni, e con questo esordio, l’autrice decide di affrontare la verità per la prima volta. Si parlerà di una delle più tragiche notti della sua esistenza. Quella del luglio di tre estati fa.

Leggi anche —>>> Il dramma di Demi Lovato: “Dopo l’overdose, tre ictus e un infarto” – VIDEO

Demi Lovato ammette lo stupro in “Dancing With The Devil” 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Demi Lovato (@ddlovato)

Potrebbe interessarti anche —>>> Bianca Atzei un VIDEO sensuale a terra con ‘John Travolta’

Quando nel 2018 venne ritrovata in fin di vita a causa di un’overdose. L’uomo avrebbe portato appositamente Demi in quella situazione di pericolo. Utilizzando un mix di sostanze impossibile da assumere. Per poi terminare con la violenza.

Ma a quanto pare quella non fu l’unica esperienza negativa vissuta da Demi. Un’altra altrettanto traumatica risalirebbe ai suoi quindici anni. Una storia difficile da raccontare. Ma che con la volontaria scelta di mettersi a nudo, diviene per la cantante un notevole atto di coraggio. E soprattutto di una matura consapevolezza.

Sono stata letteralmente dichiarata morta dopo che il mio spacciatore aveva approfittato di me“, continua in tal modo il suo racconto la Lovato. Nonostante in ospedale le abbiano rivolto alcune domande al momento del suo risveglio dopo l’accaduto, Demi all’epoca è riuscita a ricordare in maniera confusa soltanto alcuni istanti. “C’era un flash di lui sopra di me“.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Demi Lovato (@ddlovato)

La verità arrivò successivamente. Con un’ulteriore presa di coscienza ed altri elementi in suo favore e a discapito del suo carnefice. “Quando ero adolescente, mi sono trovata in una situazione molto simile“, ha poi continuato il suo racconto indietro negli anni, confessando come abbia perso la verginità in seguito ad uno stupro. “Ho smesso di mangiare e ho affrontato il trauma in altri modi“, dato che l’uomo non venne mai incriminato.