Torino, bimbo riceve il trapianto di un cuore artificiale: oggi è possibile

Dopo un’estenuante attesa un bimbo riceve il trapianto di un cuore artificiale, l’emozionante notizia proviene dal torinese. 

Trapianto bimbo cuore artificiale
Trapianto (Getty Images)

L’emozionante traguardo raggiunto dall’équipe medicata torinese specializzata in chirurgia nel reparto di pediatria dell’ospedale Regina Margherita risuona come un grande passo avanti in campo medico. Un bimbo di sette anni, dopo essere stato ricoverato nella Città della Salute di Torino, ha finalmente ricevuto il trapianto atteso. Nativo del paese nordafricano del Marocco, il bambino già nel corso dell’estate 2019 aveva iniziato ad avvertire i primi accenni di malessere dovuti ad una successivamente diagnosticata insufficienza cardiaca. E’ da quel momento che ha inizio la delicata e preoccupante avventura, che però ha felicemente condotto ad oggi il coraggioso piccolo uomo ad iniziare la sua nuova vita.

Leggi anche —>>> Muore a 17 anni dopo un trapianto di midollo osseo

Torino, bimbo riceve il trapianto di un cuore: condizioni e dinamiche

sala di ospedale
Ospedale (Getty Images)

Potrebbe interessarti anche —>>> Viaggio in Turchia per trapianto di capelli: scoppia il Covid-19 a Badajoz

L’attesa è stata davvero lunga per tutta la famiglia. Pare infatti che il bimbo abbia dovuto aspettare ben 525 giorni prima di poter sottoporsi all’intervento. Un’attesa da record a tutti gli effetti per quel che riguarda la struttura di cardiochirurgia pediatrica del nord Italia. Ma nonostante ciò il risultato, seguendo il parere dell’équipe responsabile, appare come uno dei migliori.

Dopo un recente peggioramento delle sue condizioni, i genitori avevano acconsentito al ricovero in una struttura ospedaliera dedicata all’infanzia in Liguria, soltanto successivamente è stato trasportato in elicottero al reparto torinese dove è poi avvenuto il trapianto.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

L'ospedale in Fiera era stato chiesto dal Governo, spiega Fontana
Ospedale (foto Pixabay)

Una vera e propria emergenza. Una volta giunti in sala operatoria il cuore del bimbo ha smesso di battere, ma fortunatamente l’operazione è andata a buon fine. Adesso, in seguito al trapianto del cuore artificiale, il piccolo verte in buone condizioni di salute. Ed inoltre pare che sia stato appena dimesso dal reparto ospedaliero.