NY, chiusi club striptease: la causa a Cuomo. Dipendenti senza lavoro

A New York alcuni club striptease hanno fatto causa al governatore Cuomo. Le accuse vertono la costrizione a tenere chiusi i locali per via del covid.

L'emergenza Covid chiude molte attività nelle nostre città
Negozio chiuso (Foto di Roberto Cortes da Pixabay)

A New York cala il sipario sui club striptease a causa del covid. Ma un gruppo di club striptease si rivolta e denuncia il governatore Andrew Cuomo. Le accuse vertono sulla violazione del primo e del quattordicesimo emendamento sanciti dalla Costituzione americana.

Mentre altre attività e ristoranti stanno riaprendo le saracinesche dei club dedicati agli spogliarelli rimangono abbassate.  Il governatore ha risposto alle accuse affermando che questo genere di locali non può riaprire e che a confermarlo sono i dati dei positivi.

Ma i gestori di questi club ricordano come migliaia di dipendenti siano rimasti a casa privi di occupazione. Un trattamento diverso è stato attuato nei confronti delle altre attività. Presso il Tribunale federale di Manhattan è stata intenta una causa.

LEGGI ANCHE > Covid Usa, la task force di Biden contro la pandemia

Strip club: avanzata la denuncia al governatore

LEGGI ANCHE > Jill Biden, chi è la nuova First Lady americana

Mentre ristoranti e attività riprendono lentamente a riaprire nella grande mela, i club striptease restano chiusi. Proprio questo differente trattamento ha spinto un gruppo di club striptease a denunciare il governatore americano. Quest’ultimo ha replicato che queste accuse sono volte solo a mettere dubbi e che la curva dei positivi non permette di riattivare questo tipo di esercizi.

Un giudice della California  lo scorso dicembre aveva riconosciuto a due club di San Diego di decidere di riaprire mettendo in sicurezza gli ambienti. Sarebbero altri 41 gli Stati in cui gli striptease sono rimasti aperti nonostante l’emergenza sanitaria.

Diverso per questo tipo di attività newyorkesi. Sarebbero quattro i locali che si sono attivati per mettere in atto tutti i protocolli anticontagio.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

Il contagio all'aria aperta
New York (foto Pixabay)

Da mascherine, a misuratori della temperatura, a continue pulizie. I club striptease implorano la riapertura e chiedono i danni anche se non specificati.