“La mascherina, per favore”: il cliente rifiuta e accoltella il proprietario

L’uomo ha accoltellato il manager di Jack in the Box dopo essersi rifiutato di indossare il dispositivo di sicurezza.

A League City è caccia all’uomo che lo scorso mercoledì sera ha accoltellato un proprietario di un ristorante dopo che gli è stato gentilmente chiesto di indossare la mascherina. La tragedia si è consumata nella città texana di League City (Stati Uniti), nella catena di fast food americana Jack in the Box. Secondo le fonti di stampa ufficiali, il cliente non ha ben accolto l’invito del ristoratore anzi; di fronte alla richiesta di infilare alle orecchie il dispositivo di sicurezza, il malvivente ha deciso di rispondere con la violenza.

LEGGI ANCHE >>> Mangiano una tartaruga: 19 morti, di cui 9 bambini

L’invito è costato 3 coltellate al direttore del locale

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Violenza per le strade: 7 accoltellamenti e 2 cadaveri estratti dal fiume

Il crimine ha avuto luogo questo mercoledì 17 marzo, intorno alle 20:00 al fast food americano Jack in the Box, ubicato al 1503 di W. League City Parkway. Secondo i rapporti ufficiali della polizia, il criminale, il 53enne James Henry Schulz, aveva varcato la soglia della nota catena statunitense spoglio di mascherina. Di fronte alla decisione tra indossare il dispositivo di prevenzione anti-Covid o uscire dal locale, il trasgressore ha scelto una terza strada: quella della violenza.

Le dichiarazioni degli agenti dichiarano che, di fronte all’invito il Signor Schulz “ha rifiutato in modo bellicoso” e ha inveito contro il personale del ristorante, i cui membri “non l’avrebbero voluto servire a causa del suo status di senzatetto.” Il capo delle forze dell’ordine locali Gary Ratliff ha precisato durante la conferenza stampa di giovedì che l’accusato “aveva iniziato a urlare e stava filmando la scena con il suo cellulare.

Quando il direttore del locale si è girato verso la cassa, il clochard lo ha rincorso e aggredito alle spalle, accoltellandolo più volte al braccio e al petto con un coltellino. In attesa dei soccorsi, il proprietario del locale è stato medicato dai colleghi mentre Schulz è riuscito a fuggire in bicicletta. Trasferito d’urgenza in ospedale, il paziente è stato curato e prontamente rilasciato. Stando a quanto riferiscono i media locali, il manager era arrivato alla struttura ospedaliera con tre profonde ferite da arma da taglio.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Jack in the Box (@jackinthebox)

La polizia sta ancora cercando James Henry Schulz e lo ha descritto come un nomade che gira abitualmente per la zona. L’agente Gary Ratliff invita tutte le persone a rispettare le politiche di prevenzione anti-Covid.

Fonte Abc 123