Inger Nilsson, dopo “Pippi Calzelunghe” il ritiro poi il ritorno. La sua storia

A 50 anni esatti dal suo esordio nei panni di Pippi Calzelunghe, Inger Nilsson si divide fra cinema e teatro. Ma non è sempre stato così. Ecco tutta la sua storia

Inger Nilsson Pippi Calzelunghe ritorno
Inger Nilsson (Getty Images)

Tutti la ricordano come la ragazzina spericolata con le trecce rosse e le lentiggini, nei panni dell’indimenticabile Pippi Calzelunghe. A 50 anni dal suo esordio sul grande schermo, l’attrice svedese Inger Nilsson torna a calcare i palchi del teatro e a recitare in diverse serie tv. Ma non è sempre stato così.

Per moltissimi anni Inger è rimasta lontana dalle scene, e si è dedicata a ben altro. Nonostante il notevole successo televisivo riscosso da bambina negli anni ’70, l’attrice ottenne solo ruoli minori negli anni successivi. Così abbandonò la tv e divenne segretaria in uno studio medico a Stoccolma. Per quasi vent’anni continuò a coltivare la passione per la recitazione prendendo parte a opere teatrali a diffusione locale.

LEGGI ANCHE -> Luca Ward, la confessione a Verissimo: “E’ l’unica cosa che non mi perdono”

Inger Nilsson, dopo “Pippi Calzelunghe” il ritiro e oggi il ritorno

Inger Nilsson Pippi Calzelunghe
Inger Nilsson in Pippi Calzelunghe (screenshot)

LEGGI ANCHE -> Stefania Orlando a cuore aperto: “Ho paura, è una pazzia!”

Nel 2000 grazie al regista svizzero Xavier Koller, Inger accetta una parte nel film Gripsholm, ispirato all’autobiografia dello scrittore tedesco Kurt Tucholsky. Ma la vera svolta arriva nel 2006 quando torna protagonista in una serie televisiva tedesca “Il commissario e il mare”, in cui interpreta un medico legale. Da allora Inger si divide fra la televisione e le produzioni teatrali.

Una delle esperienze più belle per lei è stata girare il documentario “Ecco sono qui – In viaggio alla scoperta di Pippi Calzelunghe”. Un racconto per celebrare i 75 anni dall’uscita del libro di Astrid Lindgren e i 50 anni dalla prima messa in onda Rai della celebre serie. “Sebbene mi sorprenda il successo che ancora oggi riscuote – ha raccontato Inger all’Ansa – credo che ciò che la rende universale sia il suo essere gentile, il fatto di usare la fantasia e di fare quello che vuole. Tutti vorrebbero essere come Pippi.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter“.

Inger Nilsson Pippi calzelunghe ritiro ritorno
Inger Nilsson oggi (Getty Images)

A una ragazza di oggi – spiega Inger – Pippi Calzelunghe direbbe di essere se stessa, di vestirsi come le pare. Quando uscirono il libro e la serie tv, alcuni non ritennero questo personaggio adatto ai bambini. Ma per me lei resta un modello positivo“.