Il serial killer finalmente confessa: “ho ucciso 16 persone”

L’agghiacciante confessione dell’assassino seriale ha scioccato gli ufficiali della polizia investigativa. 

Accusato di diversi omicidi, un serial killer originario di Grants ha finalmente confessato agli agenti l’agghiacciante verità. Sean M. Lannon, 47 anni, aveva alle spalle già l’accusa di omicidio di Michael Dabkowski, avvenuto lo scorso 8 marzo nell’East Greenwich Township. Tuttavia, la maggior parte dei suoi crimini ha avuto luogo nel Nuovo Messico. Secondo quanto riporta Crime Online, durante l’interrogatorio Sean M. Lannon ha difatti riferito alla polizia di aver ucciso 16 persone nello Stato federale a sud-ovest degli Stati Uniti d’America. Finora, solo uno di quei presunti omicidi è stato perseguito.

LEGGI ANCHE >>> L’augurio di Putin “stammi bene” Biden scivola tre volte – VIDEO

Ritrovati quattro corpi smembrati

Ragazza trovata morta Nevada
Polizia Usa (Getty Images)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Agguato contro le forze dell’ordine: 13 vittime

La notizia degli omicidi è stata confermata anche da Alec Gutierrez, portavoce della Procura della contea di Gloucester: “[Sean M. Lannon] ha ammesso di aver ucciso un totale di 16 persone tra il New Mexico; precisamente 15 nel New Mexico, e una nello stato del New Jersey.Tra le vittime c’è anche l’ex moglie e l’ex mentore Michael Dabkowski, il quale avrebbe abusato di lui in tenera età.

Per questo motivo, l’avvocato dell’imputato sostiene che l’omicidio avvenuto nel New Jersey deve essere corretto come atto di legittima difesa. I rapporti ufficiali della polizia di Albuquerque hanno inoltre affermato di aver già interrogato in precedenza l’assassino in merito al rinvenimento di 4 corpi smembrati, tra cui la salma dell’ex moglie Jennifer Lannon. I cadaveri erano stati ritrovati all’interno di un camioncino abbandonato in prossimità di un aeroporto. La polizia di Grants, città natale di Sean M. Lannon, ha riaperto le indagini.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

Il giudice Mary Beth consiglia la presa in custodia dell’assassino senza cauzione. “Trovo che sia un vero pericolo per l’intera comunità.

Fonte Abc 7 Chicago