Paolo Bonolis in difficoltà: ecco cosa sta succedendo

Paolo Bonolis è alle prese con una situazione inaspettata: uno dei suoi programmi più celebri rischia di essere cancellato dal palinsesto. Ecco tutti i dettagli

Paolo Bonolis difficoltà programma
Paolo Bonolis (Getty Images)

A volte anche quelle personalità della televisione e quei programmi storici che sembrano inossidabili iniziano a subire i segni del tempo. Ma nessuno si sarebbe aspettato che a dover fare i conti con questo tipo di problemi fosse uno dei volti più amati del piccolo schermo: Paolo Bonolis. Dopo aver collezionato per anni un successo dopo l’altro, ora il conduttore è alle prese con una bella gatta da pelare.

Infatti, a quanto riportano gli ultimi dati, uno dei suoi show sarebbe in pericolo. La causa è il calo di ascolti, che lento e graduale, metterebbe a repentaglio la continuazione della programmazione nel palinsesto Mediaset. Ecco tutti i dettagli.

LEGGI ANCHE -> Mara Venier sorprende il pubblico e svela in diretta la fine di Domenica In

Paolo Bonolis in difficoltà: ecco cosa sta succedendo

LEGGI ANCHE -> Ornella Vanoni imbarazza Silvia Toffanin. La conduttrice sorride per non…piangere

La doccia fredda per Paolo Bonolis e i suoi collaboratori è arrivata a causa dei dati d’ascolto di “Ciao Darwin”. L’ultima puntata, trasmessa il 19 marzo, si ferma al 13% di share. È vero che in questo caso si trattava di una replica, ma la prima serata di Canale 5 è abituata a ben altre cifre.

Il problema sarebbe nella serrata concorrenza delle reti Rai, in particolare dello show “Canzone segreta”, il nuovo programma condotto da Serena Rossi, che registra 4 punti percentuali in più, con il 17,4% di audience. Un successo determinato sia dal tema (le canzoni più significative per gli invitati), sia dai tanti ospiti presenti negli studi di Rai 1.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Tvlandia (@tvlandia)

D’altronde “Ciao Darwin” è stato creato oltre vent’anni fa, nel 1998. Da allora è rimasto sempre in auge, e il suo format è stato anche venduto all’estero. Ma forse il continuo calo di telespettatori è segno che gli italiani, chiusi in casa per il coprifuoco, non hanno solo voglia di spensieratezza, ma soprattutto di novità.