Omicidio Ilenia Fabbri: l’ex marito aveva provato a ucciderla già due volte – VIDEO

Nuovi sconcertanti dettagli sull’omicidio di Ilenia Fabbri. L’ex marito, Claudio Nanni, mandante del delitto, avrebbe tentato di ucciderla in altre due occasioni

Un nuovo interrogatorio che suscita nuove scottanti domande. Sempre più ombre su Claudio Nanni, 54 anni, che il 6 febbraio scorso avrebbe fatto uccidere l’ex moglie, Ilenia Fabbri. Ad incriminare l’uomo è stato Pierluigi Barbieri, chiamato lo “Zingaro”, l’esecutore materiale dell’omicidio di Faenza.

Secondo la confessione che Barbieri, 53enne pluripregiudicato, ha reso ai magistrati il 17 marzo, già in altre due occasioni avrebbero tentato di uccidere Ilenia Fabbri. Il piano criminale sarebbe stato messo a punto già lo scorso anno, tra settembre e ottobre.

Il sicario avrebbe rivelato anche il motivo del fallimento dei precedenti tentativi di attentare alla vita di Ilenia. La prima volta non ci erano riusciti perché Barbieri non era riuscito a penetrare nella stanza della donna. La seconda aggressione invece era sfumata perché Claudio Nanni era in ritardo, e il piano non si era messo in moto in tempo.

LEGGI ANCHE -> Omicidio Ilenia Fabbri: il killer confessa il delitto agli inquirenti

Ilenia Fabbri: l’ex marito aveva già provato a ucciderla

Ilenia Fabbri confessa killer
Ilenia Fabbri (Facebook @Ilenia Fabbri)

LEGGI ANCHE -> Omicidio Ilenia Fabbri, l’ex marito scrive alla figlia: “Ho sbagliato, pagherò” – VIDEO

Barbieri ha rivelato che il piano originale avrebbe previsto di far sparire la 46enne. Lui avrebbe dovuto infilarla dentro a un trolley, cospargerla di acido e gettarla in una buca nelle campagne circostanti. Il tutto in cambio di 20 mila euro e un’auto usata. Una versione che sembrerebbe corrispondere alla verità: seguendo le indicazioni del sicario, gli inquirenti hanno sequestrato una vanga, l’acido e il trolley nell’officina di Barbieri. In un campo è stato rinvenuto anche il manico di un martello usato per colpire la donna.

Il brutale omicidio ha avuto ugualmente luogo il 6 febbraio scorso, anche se con modalità diverse. Barbieri avrebbe raggiunto Faenza all’alba e si sarebbe appostato fuori dall’abitazione di Ilenia. Nanni sarebbe andato a prendere la figlia Arianna, per allontanarla dalla casa materna e per garantirsi un alibi. Dopodiché il sicario avrebbe fatto irruzione e avrebbe provato a strangolare Ilenia. La donna avrebbe provato a difendersi ma lui l’avrebbe accoltellata alla gola, uccidendola.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

A 19 anni uccise la sorella e il fidanzato
(Pixabay)

Finora Claudio Nanni si era detto estraneo all’omicidio, sostenendo di aver assoldato Barbieri solo per spaventare la donna. Dopo le ultime rivelazioni dello Zingaro, però, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Se la testimonianza fosse valida, alle accuse contro l’ex marito si aggiungerebbe la premeditazione, configurando undelitto aggravato dai motivi abietti”.