Bebè in arrivo. Cielo, come lo dico al mio cane? Nessuna paura

Bebè in arrivo e cane già in casa. Coma affrontare questo periodo di adattamento da parte dell’animale per la nuova situazione? Nessun problema

Neonato e cane bebè in arrivo adattamento
Neonato e cane – GettyImages

Il rapporto che s’instaura tra bambini e animali è tra i più forti e sinceri che possano esistere. I piccoli umani imparano delle vere e proprie lezioni di vita dagli amici a quattro zampe. La letteratura scientifica ci offre svariati esempi di quanto crescere accanto a un animale offra grandi benefici: fa bene alla salute perché il contatto con loro riduce al minimo il rischio di asma, serve a sviluppare la socialità e incrementa l’opportunità di vivere momenti significativi con un fedele compagno sempre al proprio fianco.

Quando si aspetta un bambino e si ha già un cane in famiglia, spesso i futuri genitori iniziano a nutrire forti dubbi su come potrebbe svilupparsi la relazione tra i due piccoli di casa. Il nostro amico peloso accetterà l’arrivo del bebè? Ecco alcuni consigli fondamentali su come preparare il proprio cane a questo cambiamento straordinario.

Leggi anche >>> Il cane al tuo matrimonio: è possibile? I 5 consigli per avere questo invitato speciale

Bebè in arrivo: come preparare il proprio cane al cambiamento

Cane gelosia
Cane padrone – Pixabay

Leggi anche >>> Le 8 specie di genitori peggiori del mondo animale

L’ arrivo di un neonato cambia inevitabilmente le abitudini familiari. E’ uno stravolgimento che coinvolgerà anche il nostro cane. Gli esperti in ambito veterinario insistono sulla gradualità del processo di adattamento. Esso deve avvenire prima dell’arrivo del bebè, anche già durante la gravidanza, in modo che l’animale non associ il cambiamento drastico della sua routine alla nascita del bambino, quindi a un evento negativo.

Preziosi consigli:

  1. Iniziate a prevedere fin da subito una suddivisione diversa degli ambienti della casa: potreste installare un cancelletto in plexiglass trasparente, utile per la sicurezza di vostro figlio ma che permetta allo stesso tempo che il cane abbia tutto sotto controllo.
    Riservate al vostro animale domestico una coperta, un tappetino solo per lui, in un luogo di serenità, in cui potrà evadere da fastidi e rumori. Questa zona dovrà essere rispettata da tutti i membri della famiglia, anche dal bambino quando inizierà a gattonare.
  2. Non dimentichiamoci di tutti i nuovi oggetti e gli stimoli sconosciuti che occuperanno la casa: passeggino, vestiti, giocattoli, accessori per neonati… Sono novità che il cane non conosce e con cui è bene che acquisisca familiarità. Avrà a che fare con suoni e odori che presto invaderanno il suo territorio. E’ necessario che conosca queste inaspettate esperienze sensoriali. Lasciate che il cane entri nella stanza del bambino e annusi le sue cose; magari utilizzate gel, creme e profumi destinati alla cura quotidiana del piccolo anche prima che venga al mondo. Sarà opportuno abituare l’animale anche alla presenza di giocattoli per bambini e non destinati a lui.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook,Instagram e Twitter

Neonato e cane bebè in arrivo adattamento
Neonato e cane – GettyImages

3. Una volta arrivati a casa l’inclusione è di fondamentale importanza per stabilire un rapporto sereno tra cane e neonato. Coinvolgete il vostro animale domestico, fategli annusare un vestitino prima che il bambino entri a casa. Il primo incontro deve avvenire in un luogo neutro come la strada davanti all’ospedale o alla vostra dimora.
Mentre accudite il piccolo, coinvolgete il cane, assecondate la sua curiosità e fate in modo che interagisca ma non si senta accantonato.

4. Attenzione: è assolutamente sconsigliato lasciare il cane e il neonato incustoditi nella stessa stanza come, del resto, sarà bene evitare quando il bambino sarà più grande.