Marta Novello, le parole ai primi soccorritori dopo l’aggressione

Marta Novello, la studentessa accoltellata a Mogliano Veneto (Treviso), ai soccorritori avrebbe detto che il 15enne voleva rubarle il portafoglio.

Marta Novello parole soccorritori
Marta Novello (Facebook – Luca Zaia)

Sono in via di miglioramento le condizioni di Marta Novello, la ragazza di 26 anni aggredita ed accoltellata da un 15enne lunedì nella periferia di Mogliano Veneto (Treviso). A breve la 26enne, dopo essere stata sottoposta a due interventi chirurgici, potrebbe lasciare il reparto di rianimazione dove si trova ricoverata. La giovane ricorderebbe la brutale aggressione subita ed ai soccorsi avrebbe detto che l’adolescente aveva intenzione di rubarle il portafoglio. Un’ipotesi, quella della rapina culminata nel sangue, sulla quale stanno indagando gli inquirenti che si stanno occupando del caso.

Leggi anche —> Mogliano Veneto: è giallo sull’aggressione alla Novello – VIDEO

Treviso, le parole di Marta Novello dopo l’aggressione: “Voleva rubarmi il portafoglio”

Carabinieri
Carabinieri (Woody Alec – Adobe Stock)

Leggi anche —> Scende dall’auto per prestare soccorso dopo un incidente: muore giovane militare

Voleva rubarmi il portafoglio“, sarebbero queste le parole, riportate dalla redazione de Il Corriere della Sera, che Marta Novello avrebbe detto ai primi soccorritori. La studentessa 26enne, nella mattina di lunedì 22 marzo era stata aggredita mentre faceva jogging a Mogliano Veneto, in provincia di Treviso, da un 15enne che le avrebbe inferto 20 coltellate. Trasportata d’urgenza presso l’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, la ragazza è stata sottoposta a due interventi chirurgici.

Dopo giorni di apprensione, Marta è stata risvegliata dal coma farmacologico e le sue condizioni sono in via di miglioramento. Già oggi, come riporta Il Corriere della Sera, la studentessa, che è perfettamente lucida e ricorda quei drammatici momenti, potrebbe lasciare il reparto di rianimazione del nosocomio trevigiano. Un sospiro di sollievo, dunque, per i familiari.

Intanto proseguono le indagini dei carabinieri che stanno cercando di ricostruire con esattezza i fatti. L’ipotesi più accreditata rimane quella della rapina finita male, ma non è chiaro quali siano le ragioni per le quali il 15enne avesse bisogno di denaro tanto da spingersi ad un gesto simile. La madre del ragazzo aveva spiegato che quest’ultimo fosse cambiato dopo il lockdown: un disagio che avrebbe provocato una sorta di “black out” nel suo cervello. Per questa ragione, gli inquirenti potrebbero disporre una perizia psichiatrica per il minore in modo da stabilire se fosse in grado di intendere e di volere al momento dell’aggressione.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

‼ Marta Novello, la giovane accoltellata e ridotta in fin di vita da un aggressore appena 15enne a Mogliano, si è…

Pubblicato da Luca Zaia su Venerdì 26 marzo 2021

Questa mattina, riferisce Il Corriere, è prevista l’udienza di convalida dell’arresto dell’adolescente, che al momento si trova in carcere a Treviso con l’accusa di tentato omicidio. Il minore potrebbe decidere di parlare dopo essersi avvalso della facoltà di non rispondere nel giorno dei fatti.