Esplosione a Lünen, intera centrale elettrica in macerie – VIDEO

Questa domenica una vecchia centrale elettrica a carbone è stata completamente distrutta a Lünen, in Germania, dopo tre esplosioni controllate.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da 🚧 HAGEDORN UNTERNEHMENSGRUPPE (@hagedornunternehmensgruppe)

Una vecchia centrale elettrica a carbone è stata completamente distrutta a Lünen, nella Renania Settentrionale-Vestfalia (Germania), dopo tre grandi esplosioni controllate. Secondo quanto riporta il notiziario Ruhr24, il progetto è stato avviato lo scorso giugno 2020. Tuttavia, l’iniziativa è terminata questa domenica (28 marzo 2021), con la distruzione dei tre edifici principali dell’ex sito di produzione elettrica. L’area intorno alla centrale a carbone è stata evacuata per consentire il lavoro di demolizione, effettuato dall’azienda tedesca specializzata Hagedorn.

LEGGI ANCHE >>> Social media in lutto: Omar Álvarez stroncato dal cancro

La demolizione si è conclusa questa mattina

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Scandalo USA: due poliziotte maltrattano e ammanettano un bimbo di 5 anni

Stando a quanto riferiscono i media locali, i preparativi per la mega esplosione nella zona della Ruhr sono in corso dal mese dicembre dello scorso anno. Il lavoro di perforazione è stato effettuato dall’ingegnere André Schewcow del German Demolition Union e il suo team per un totale di 2.100 fori di scoppio. Questi ultimi sono stati successivamente colmati con 420 chilogrammi di materiale esplosivo.

La decisione è stata presa all’inizio del 2020 dalle autorità locali: il governo ha optato per l’eliminazione graduale del carbone in tutta la Germania. Pertanto, tutte le centrali elettriche a carbone in Germania dovranno essere demolite e chiuse entro il 2038. Un compito impegnativo per la Renania Settentrionale-Vestfalia, dato che si tratta del land tedesco con il maggior numero di centrali elettriche a carbone, di cui 52 ancora attive.

La maxi esplosione era originariamente prevista per le 10.30. Secondo Ruhr Nachrichten, invece, l’orario di domenica mattina (28 marzo) è stato posticipato di un’altra mezz’ora. Gli ultimi aggiornamenti risalgono alle ore 12:10 di questa domenica (28 marzo), quando il progetto di demolizione dell’ex centrale a carbone di Lünen è stato considerato completato. A seguito della deflagrazione dell’alto camino, è stata la volta della torre di raffreddamento, alta 110 metri, e della caldaia.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

Lünen e il gruppo Hagedorn hanno invitato tutti i cittadini a guidare nell’area a traffico limitato o, preferibilmente, di restare a casa. “Sconsigliamo vivamente di uscire domenica per assistere alla demolizione“, aveva precisato il responsabile del progetto Ingo Schäfer.

Fonte Ruhr24