Spari alla sede della polizia nazionale: uccisa simpatizzante ISIS

Gli agenti indonesiani hanno aperto il fuoco contro la donna: la sparatoria è avvenuta nei pressi del quartier generale di polizia. 

 

Attimi di terrore per Giacarta, capitale e principale città dell’Indonesia, dove questo mercoledì (31 marzo) una donna è stata uccisa a colpi di arma da fuoco dalle forze dell’ordine nazionali. Secondo quanto riferiscono i notiziari locali, la vittima aveva fatto irruzione nel quartier generale della polizia di Stato indonesiana, puntando in seguito una pistola contro diversi agenti. Si tratta dell’ultimo di una lunga serie di attacchi terroristici nella nazione musulmana più popolosa del mondo. I media indonesiani etichettano l’avvenimento come “presunto attacco terroristico.”

LEGGI ANCHE >>> Tragedia nel Mediterraneo: morti tre bambini e due donne

L’ennesimo attacco a Giacarta

polizia
Agente di polizia in Indonesia (Getty IMages)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Violentata per 17 mesi, la madre della vittima: “l’avevo affidata a una setta”

Le immagini e video di questo mercoledì (31 marzo) mostrano una donna, lunga tunica nera e testa incorniciata da un velo blu, mentre si avvicina al quartier generale della polizia nazionale: le riprese filmano il momento esatto in cui la simpatizzante ISIS – così è stata definita dai notiziari – cammina in prossimità di un parcheggio verso l’edificio degli uffici del capo delle forze dell’ordine. Stando a quanto riportano i media locali, prima di essere uccisa dagli ufficiali quest’ultima avrebbe puntato una pistola contro diversi agenti di polizia. Secondo le fonti ufficiali, un non è stata trovata alcuna traccia di materiale pericoloso o esplosivo al momento dell’ispezione del cadavere: a riferirlo è un membro della squadra anti-bomba. 

L’incidente presso il quartier generale al centro della capitale indonesiana arriva pochi giorni dopo l’attacco terroristico in una cattedrale nella città di Makssar sull’isola di Sulawesi. I due kamikaze, le uniche vittime dell’assalto, si sono fatti esplodere all’ingresso della struttura durante la Domenica delle palme (28 marzo). L’esplosione è avvenuta intorno alle ore 10:30, al momento dell’uscita dei fedeli: almeno 20 i feriti.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

polizia indonesiana

L’attacco della scorsa domenica è stato condannato dal presidente indonesiano. Il politico Joko Widodo ha invitato i fedeli a continuare a professare i loro riti perché il terrorismo è “un crimine contro l’umanità che nulla ha a che fare con il credo religioso.

Fonte Arab News