Pacifico e la musica del film di Andreozzi: “Con lei sintonia naturale, un momento di libertà”

Pacifico firma la colonna sonora del film di Michela Andreozzi. Noi di YesLife lo abbiamo incontrato in un ristretto colloquio con la stampa  

Pacifico
Pacifico (foto ufficio stampa)

Il cantautore e autore Pacifico torna a scrivere per il cinema firmando la colonna sonora di “Genitori vs. influencer”, il nuovo film di Michela Andreozzi con Fabio Volo, Ginevra Francesconi e Giulia De Lellis. Una co-produzione Paco Cinematografica e Vision Distribution con la spagnola Neo Art Producciones, prodotto da Isabella Cocuzza e Arturo Paglia.

Un ritorno molto atteso del cantautore che ha raccontato questa nuova tappa del suo percorso artistico in un ristretto incontro con i giornalisti al quale abbiamo partecipato anche noi di YesLife.

Pacifico è stato tra i grandi protagonisti del Festival di Sanremo 2021 nelle vesti di co-autore di due brani in gara. Ha firmato i testi di “Ti Piaci Così” di Malika Ayane e “Bianca Luce Nera” degli Extraliscio feat. Davide Toffolo. Di Pacifico anche la musica e il testo di “Brilla” e altri sei brani contenuti in “Malifesto”, il nuovo album di Malika Ayane.

Il film di Michela Andreozzi sarà trasmesso in prima assoluta su Sky Cinema Uno domenica 4 aprile alle 21.15 e in contemporanea sarà fruibile anche on demand e in streaming. È con questo progetto che Pacifico ritorna a lavorare con le immagini, un lavoro che ama molto, definendosi un “cinefilo devoto e onnivoro”.

Per questo progetto il cantautore e autore ha firmato la colonna sonora “Genitori VS. Influencer Original Soundtrack” e il brano inedito “Gli anni davanti”, entrambi disponibili sulle piattaforme streaming e in digital download a partire da lunedì 5 aprile.

Pacifico e gli anni davanti: “Riappropriarmi di quello che abbiamo perso”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pacifico (@fonopacifico)

Pacifico aveva già scritto per il cinema in “Ricordati di me” ma come lo stesso ha specificato all’epoca era arrivato “un po’ in coda”, ora invece c’è stato un lavoro diverso, è stato coinvolto fin dall’inizio e per questo ha voluto fare un lavoro pieno, “di artigianato” suonando quasi tutto nel suo studiolo.

Un lavoro che vuole partore “chi ascolta in un posto, in un luogo che gli ricorda qualcosa, anche solo un profumo e nello stesso tempo un confezionare un ricordo”. Nel lavoro fatto c’è stata anche la necessità di mettere “qualcosa che fermi l’orologio in chi ascolta la musica e di botto si trova in un altro luogo anche per pochi secondi, e questo quando riesce è veramente una cosa bellissima”. 

Possiamo dire che Pacifico con “Gli anni davanti” c’è davvero riuscito. Abbiamo potuto ascoltare in anteprima la sua canzone e vi assicuriamo che davvero per poco riesce a portarti in un’altra dimensione. Questo testo è frutto del lockdown ci ha raccontato. Al momento c’è “una strana sensazione che ha a che fare con l’abitudine” di questo momento di stallo ma gli anni davanti Pacifico li vede come quelli in cui adesso “ricordiamo la spagnola, qualche colpo me lo porto via certo ma ho la smania di riappropriarmi di quello che abbiamo perso – ha sottolineato – pensando alle possibilità che abbiamo domani”. 

LEGGI ANCHE –> Tiziano Ferro, pronto a festeggiare un anniversario davvero importante

Pacifico, con Michela Andreozzi feeling da subito

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pacifico (@fonopacifico)

LEGGI ANCHE –> Malika Ayane si racconta: “Questo è il nostro presente, viviamolo”

Pacifico nel corso dell’incontro di oggi ha parlato insieme a noi di Yes Life del rapporto con Michela Andreozzi con la quale è entrata in contatto tramite il suo amico Fabio Volo, protagonista del film. Uno scambio di numero di telefono e una sintonia che è nata al volo. Senza che il cantautore lo sapesse la regista aveva già usato alcune sue parole per il film, inserendo in una scena del film una sua canzone, “Le Mie Parole” nella versione di Samuele Bersani riprendendola anche in un passaggio del film.

“Con Michela non ci siamo mai incontrati, ci siamo solo scritti e parlati. Eppure, la sintonia è stata naturale e immediata ci ha raccontato il cantautore. Lui ha lavorato sulla sceneggiatura che era molto dettagliata e non sulle immagini: “Michela aveva le idee molto chiare e ho sentito che era molto semplice. Questo è stato bello perché in un periodo di pressione lei mi ha dato delle indicazioni, ci siamo intesi su un paio di musicisti di riferimento e ho pensato che potessi fare una cosa nel mio studiolo, su questa sedia con le ruote dando un colpo ad un tom, mettendo una mano su un piano, girandomi che è un po’ il sogno di tutti i musicisti come un momento di libertà“. 

Pacifico cercava qualcosa di positivo, con un po’ di malinconia ma con un tono incoraggiante ed esortativo per le musiche e poi è arrivata la canzone, anche questa sullo stesso mood. “Ho scritto una canzone che invita a guardare con consapevolezza alle difficoltà ma anche le possibilità che gli anni prossimi porteranno“. 

Una canzone che calza proprio con l’atmosfera del momento? abbiamo ancora chiesto al cantautore. “Assolutamente sì – ci ha detto Pacifico – è stata scritta in questo momento. Ma la cosa che ho notato in me ma anche negli altri artisti con cui lavoro è che molte canzoni scritte due o tre anni fa sembrano scritte in questo momento perché spesso descrivono delle fragilità come se alle canzoni riserviamo la possibilità di confortarci rispetto a come ci sentiamo esposti”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pacifico (@fonopacifico)

Questa canzone nello specifico, ha detto in chiusura, l’autore de “Gli anni davanti” è stata scritta “un paio di mesi fa e sicuramente ha detto sia la consapevolezza di come in un attimo le certezze su cui poggiamo possono essere messe in discussione sia di mettere la testa fuori e andare avanti”.