Chi l’ha visto, in esclusiva le parole del padre di Denise Pipitone

La puntata del 7 aprile di Chi l’ha visto inizia con un’intervista in esclusiva a Pietro Pulizzi, il padre biologico di Denise Pipitone.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Chi l’ha visto? – Rai Tre (@chilhavistoraitre)

I riflettori sul caso della scomparsa di Denise Pipitone si sono riaccesi da qualche settimana, da quando in un programma della televisione russa di è presentata una ragazza, Olesya Rostova, di 20 anni, che racconta di essere stata rapita quando aveva 4 anni e di cercare disperatamente la sua mamma.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Chi l’ha visto, il messaggio della mamma di Benno: “Ha preso la siringa”

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Chi l’ha visto, la scomparsa di Kevin e l’appello della mamma: “Torna, ti prego”

La somiglianza della giovane con Piera Maggio, la mamma di Denise Pipitone è impressionante così inizia la formulazione di ipotesi e si intavolano le trattative tra l’avvocato della famiglia di Denise Giacomo Frazzitta con quelli della trasmissione russa e della stessa Olesya.

La puntata del 7 aprile di “Chi l’ha visto”, il programma di rai 3 condotto da Federica Sciarelli, si apre con un’intervista in esclusiva al padre biologico di Denise Pipitone cioè Pietro Pulizzi.

“Questa è diventata una battaglia senza ancora un vincitore. – dice Pietro Pulizzi alla giornalista di Chi l’ha Visto – Ci deve essere un vincitore e dovrebbe essere Denise. Io vorrei che lei venisse domenica a casa vestita da guerriera in gloria che va dalla sua mamma festosa“.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Denise Pipitone Olesya Rostova
Denise Pipitone Olesya Rostova (Stretto web)

Io la sogno ancora come una bambina. – continua Pulizzi – Un sogno vero che ho fatto è quello di aprire la porta e vedere Denise che sta aspettando il papà o la mamma di essere accompagnata a scuola o dai suoi amichetti. Si tratta di un sogno realizzabile“.