Denise Pipitone, esplode la rabbia dei genitori: “Basta spettacolo”

Si trascina ancora avanti il caso di Denise Pipitone che si incrocia con quello della ragazza russa. I genitori non ci stanno

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Олеся (@olesya_rostova3)

Si trascina in Russia lo spettacolo che si sta costruendo intorno alla vicenda di Olesya Rostova, la ragazza di circa 20 anni che alla tv di Mosca ha fatto un appello per ritrovare i suoi genitori. Rapita da piccola, dice di non ricordare quasi nulla ma di volere la verità. E così tramite una segnalazione il suo destino si è incrociato con quello di Denise Pipitone, la bambina di 4 anni scomparsa 17 anni fa da Mazzara del Vallo che mamma Piera Maggio non ha mai smesso di cercare.

La somiglianza tra la ragazza russa e la mamma di Denise è impressionante ma la donna rimane con i piedi per terra e non si fa false illusioni fino a quando non ci saranno alcune certezze. Queste tardano ad arrivare però per via delle strategie adottate dalla tv russa che ritarda, ormai da due settimane, il confronto tra i due gruppi sanguigni.

Una vicenda triste, infinita che al momento deve abbassarsi a quelle che sono le logiche dei palinsesti russi che dall’accaduto cercano di ricavare il massimo della visibilità. La puntata che andrà in onda oggi è stata registrata ma il legale di Piera Maggio non può rivelare nulla. La donna e il marito, Piero Pulizzi sono però esausti come anche l’avvocato Giacomo Frazzitta e sbottano.

LEGGI ANCHE-> Denise Pipitone, Il Mattino: “Abbiamo invecchiato la FOTO della ragazza, ecco come è venuta…”

Denise Pipitone, i tempi si allungano: i genitori non ci stanno

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Олеся (@olesya_rostova3)

LEGGI ANCHE-> Denise Pipitone, Olesya segue un’ipotetica sorella su Instagram. Non è lei? FOTO

Esplode la rabbia dei genitori di Denise Pipitone per le lungaggini dovute ai tempi televisivi russi che dalla storia di Olesya Rostova vogliono ovviamente trarne giovamento. I due restano chiusi nella loro casa di Mazzara del Vallo lasciando parlare e agire il loro avvocato Giacomo Frazzitta che nella serata di ieri si è lasciato convincere e ha partecipato via Skype alla registrazione della puntata del programma russo che andrà in onda forse stasera.

Il disappunto del legale è palpabile svela il Corriere della Sera. Se ci dovesse essere una rogatoria internazionale Frazzitta se ne taglia fuori, ha anticipato. I rapporti con la Russia non sono iniziati nel migliore dei modi. I tempi si allungano e anche ieri sera le cose non sono andate bene. Il legale dei genitori di Denise Pipitone è rimasto in collegamento per più di un’ora prima di iniziare con la registrazione.

“Questa è l’ultima volta. O confrontiamo gli esami del sangue e, in caso di sovrapposizione, procediamo al Dna o chiudiamo tutto qui ha spiegato all’interprete. Frazzitta ha detto più volte in questi giorni che una vicenda semplicissima sta diventato molto più che complicata: “Il gruppo della piccola Denise è “Rh positivo”. Dite qual è quello di Olesya. Non si può andare avanti così. Abbiamo cominciato a discutere venerdì l’altro, dal 26 marzo” ha tuonato.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

Denise Pipitone Piera Maggio scettica messaggio social
Piera Maggio e Olesya (screen video)

Troppe cose inutile per l’avvocato. Ogni giorno si aggiunge qualcosa che però non serve per arrivare all’obiettivo principale: capire se la ragazza russa sia Denise oppure no. “E adesso capisco che la cosa più semplice del mondo va complicata per fare spettacolo, per creare attesa, per guadagnare pubblicità e audience. E io non ci sto. Come non ci stanno la mamma di Denise e papà Piero”. Tutto questo smuoverà un po’ le cose?