Oggi è un altro giorno, Simona Izzo e le sue sorelle: competizione “sana”

“Siamo 4 sorelle che si vogliono bene anche se ogni tanto litighiamo”. Le sorelle Izzo sono ospiti di Serna Bortone alla puntata del 7 aprile di Oggi è un altro giorno. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Oggi è un altro giorno (@altrogiornorai1)

Rossella, Simona, Giuppy e Fiamma Izzo. Sono quattro donne di carisma, forti e indipendenti. Stiamo parlando delle sorelle Izzo, la dinastia femminile del doppiaggio italiano, figlie del capostipite e doppiatore Renato Izzo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Oggi è un altro giorno, i Cugini di Campagna e quel “diverbio” con Lady Gaga

Le sorelle Izzo, tra competizione e legame indissolubile

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Oggi è un altro giorno (@altrogiornorai1)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Oggi è un altro giorno, Rula Jebreal: “Il suicidio di mia madre e la violenza”

Mio padre ci ha protette con la sua sensibilità“, dice Simona Izzo. “Ci vuole sempre un uomo per proteggere una donna“. Il racconto della storia della loro famiglia è molto toccante.

Il rapporto simbiotico di due sorelle gemelle cioè quello di Simona e Rossella Izzo che sentono ognuna i dolori e le gioie dell’altre. “Quando Rossella ha partorito – dice Simona Izzo – io ero dal parrucchiere e a un certo punto ho sentito un dolore ed era il parto di Rossella“.

Le quattro sorelle, tutte diversissime e così carismatiche, parlano del loro rapporto, a volte conflittuale e a volte di protezione. Poi raccontano dei dettagli bellissimi della loro infanzia come quando andando in vacanza ognuna di loro portava un kg di pasta in valigia.

Per fare il doppiaggio – dicono – bisogna essere degli attori, non puoi prescindere da questo. Tanti attori di cinema vengono dal doppiaggio. Si tratta però di una tecnica molto complicata ma bisogna cercare le scuole giuste e molte persone come ad esempio Raffaele Carpentieri viene da quelle scuole. L’importante è avere voglia di studiare“.

Fiamma Izzo invece è stata una grande cantante lirica. Ha cantato con Pavarotti facendo una tournée in Cina. “Pavarotti – dice fiamma – si è portato in Cina i frigoriferi pieni di acqua e basilico. Era il 1986 e mio padre è dovuto partire e mi ha portato 36 litri d’acqua. Ho cantato con i più grandi, anche con Placido Domingo“.

Simona Izzo era gelosa di Fiamma per via della sua voce. “Io lo dico perché sono sincera al contrario delle mie sorelle. Ogni tanto un po’ di sana competitività fa bene“.

Anche Simona Izzo però ha una bella voce infatti Serena Bortone manda in onda una clip in cui lei e il marito Ricky Tognazzi cantano una canzone di Antonello Venditti accompagnati al pianoforte da Fabrizio Frizzi.

Bisogna specificare che Simona Izzo e Antonello Venditti sono stati insieme e hanno anche avuto dei figli. Infatti il suo commento non tarda ad arrivare.

Le mi sorelle – dice Simona – hanno il compito anche di curare mio marito che è una persona speciale. In quella clip lui ha cantato una canzone del mio ex dedicata a me. Io penso che un uomo così sicuro di sé è difficile da trovare“.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Simona izzo (@simonettaizzo)

A un certo punto dell’intervista Serena Bortone chiede alle sorelle chi è tra di loro la più buona. Interviene immediatamente Rossella: “C’è una graduatoria, la più buona è sicuramente Giuppy. Dopo viene Simona, poi Fiamma e io sono la più cattiva“.

Dipende dalla situazione – dice Giuppy – non c’è un più buono o un più cattivo“.