Denise Pipitone, colpo di scena: le scuse in diretta del presentatore russo

Nuovo colpo di scena sul caso Denise Pipitone: le scuse del presentatore russo scuotono l’opinione pubblica: chiarito il ruolo di Olesya.

Grande scalpore per l’ultima dichiarazione in diretta del giornalista e conduttore televisivo della rete russa “Tv1”, Dmitry Borisov, in seguito alla rivelazione definitiva trasmessa nella giornata di ieri sulla discordanza del gruppo sanguigno di Olesya Rostova con quello della bimba di quattro anni scomparsa ormai diciassette anni fa dal paese di Mazzara Del Vallo. Le scuse pubbliche di Borisov verso la famiglia di Denise Pipitone, la mamma Piera Maggio, e le persone coinvolte, pare abbiano anche rivelato il vero ruolo “interpretato” dalla ventenne nelle ultime settimane.

Non volevamo ferire i sentimenti di nessuno“, ha sentenziato inizialmente il conduttore di “Lasciateli parlare”, la trasmissione che ha preso in carico la faccenda del ritrovamento di Denise. Chiarendo successivamente come le decisioni intraprese dalla ragazza fossero state dettate principalmente dal suo avvocato. Il messaggio in audiovisivo è stato poi tramesso anche in Italia con l’esclusiva di “Chi l’ha visto?” in onda sul terzo canale Rai.

Leggi anche —>>> Denise Pipitone, ennesimo dramma: la voglia sulla pancia chiarisce ogni dubbio

Denise Pipitone, le scuse in diretta del presentatore russo Dmitry Borisov

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Notizie.it (@notizieit)

Potrebbe interessarti anche —>>> Denise Pipitone, il sospetto di Behgjet Pacolli: “Ecco dov’è la verità”

La conduttrice Federica Sciarelli ha riportando anche altre sue dichiarazioni provenienti dall’est Europa. “Comprendiamo la preoccupazione di tutti gli italiani, voglio scusarmi con i genitori di Denise Pipitone. […] Non avevamo assolutamente idea che Olesya potesse essere al centro di tale attenzione in Italia”. Secondo quanto aggiunto da Borisov pare che la ventenne avesse raccontato in buona fede la sua storia al programma: “dicendo che sua madre si trovava da qualche parte in Russia o Ucraina”. E soltanto in seguito alcune segnalazioni avrebbero fatto in modo che il caso di Olesya venisse accostato a quello di Denise nella penisola. 

In ultimis il programma in onda sulla Rai ha lasciato la parola al legale della famiglia di Denise. Giacomo Frazzitta non ha voluto risparmiarsi in merito alle responsabilità del programma russo.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Abbiamo fatto un giro all’inferno e siamo tornati. Mettere in uno show bambini rapiti e genitori di bambini rapiti come se fosse una specie di reality o di gioco su uno dei crimini più terribili, quelli contro i bambini“. In poche parole tutto questo, secondo il parere di Frazzitta, grazie all’ausilio di un po’ di buon senso, si sarebbe potuto evitare.