Dirigente Asl si toglie la vita in carcere: il suicidio poco dopo l’arresto

Il dirigente dell’Asl di Pescara, arrestato ieri con l’accusa di corruzione, si è tolto la vita nel carcere di Vasto durante la scorsa notte.

Vasto dirigente asl suicidio carcere
(Getty Images)

Sabatino Trotta, dirigente del Dipartimento di Salute mentale dell’Asl di Pescara, si è tolto la vita durante la scorsa notte nel carcere di Vasto, in provincia di Chieti. Trotta era stato arrestato qualche ora prima dalla Guardia di Finanza nell’ambito di un’inchiesta su dei presunti pilotati per un valore complessivo di oltre 11 milioni di euro. Presso la casa circondariale sono giunti i medici del 118, ma per il dirigente non c’è stato nulla da fare. Su quanto accaduto la Procura ha aperto un fascicolo d’indagine.

Leggi anche —> Ucciso a coltellate in casa: un uomo arrestato dai carabinieri confessa il delitto

Vasto, dirigente Asl si toglie la vita in carcere: il suicidio poco dopo dall’arresto

Arrestato attore Gomorra operazione Guardia di Finanza
Guardia di Finanza (mino21 – AdobeStock)

Leggi anche —> Dark web, chiamato un sicario per sfregiare con l’acido l’ex fidanzata – VIDEO

Dramma nel carcere di Vasto, comune in provincia di Chieti, dove durante la scorsa notte, tra mercoledì 7 e giovedì 8 aprile, un uomo si è suicidato. A togliersi la vita, secondo quanto riporta la redazione de Il Messaggero, Sabatino Trotta, dirigente del Dipartimento di Salute mentale della Asl di Pescara che era stato arrestato poche ore prima dalla Guardia di Finanza. Nell’ambito di un’inchiesta coordinata dalla Procura della Repubblica di Pescara, il Gip aveva emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di tre persone: Trotta e due responsabili di una cooperativa. Il provvedimento, con le accuse di corruzione, istigazione alla corruzione e turbata libertà degli incanti, è stato eseguito dai finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Pescara.

Nel mirino degli inquirenti vi sarebbe una gara d’appalto da 11 milioni e 300 mila euro che sarebbe stata pilotata. Nello specifico, riferisce Il Messaggero, la gara, indetta a gennaio dello scorso anno dall’Asl pescarese e aggiudicata dal consorzio Coop Sociali, riguardava l’affidamento della gestione di residenze psichiatriche extraospedaliere.

Dopo l’arresto, il dirigente è stato trasferito presso la casa circondariale di Vasto, dove era stato sottoposto a qualche giorno di isolamento, secondo le disposizioni contro la diffusione del contagio da coronavirus. Intorno a mezzanotte, riporta Il Messaggero, Trotta si è tolto la vita. A nulla è valso il tempestivo intervento del personale sanitario del 118 che, giunto sul posto, non ha potuto far altro che constatarne il decesso.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

Milano precipita quarto piano morto uomo
Ambulanza (Maksim Shebeko – Adobe Stock)

L’accaduto è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Vasto che ha aperto un fascicolo per far chiarezza sulla vicenda.