Mafalda De Simone. L’intervista esclusiva a YesLife: “L’importante è essere se stessi”

Mafalda De Simone è una giovanissima web influencer che a YesLife ha aperto una piccola finestra sul suo mondo, la carriera e le speranze. Scopriamo tutto di lei

Mafalda De Simone intervista influencer
Mafalda De Simone

Mafalda De Simone è una giovanissima influencer. Attualmente conta sul suo profilo Instagram oltre 176mila follower ed è stata dichiarata Top italian beauty influencer da  Repubblica, Il Mattino, Il Messaggero e il Sole 24 ore. Ha trasformato il suo hobby per la fotografia e la moda in un mestiere. La sua fama è in costante ascesa, prova ne sono i numerosi post realizzati in collaborazione con brand di prestigio, sia italiani che esteri. Non solo, il suo spazio sui social diventa anche una finestra aperta su temi importanti della società dei giorni nostri. Uno su tutti? La body positive. Ha scritto pubblicamente: “Non esiste un corpo giusto o un corpo sbagliato. Non esistono corpi di serie A e corpi di serie B. Esistono persone con fisicità tutte diverse tra loro”.

A YesLife si è raccontata in un’intervista esclusiva.

Leggi anche >>> INTERVISTA A IL SIGNOR DISTRUGGERE: IL NEMICO È L’IGNORANZA

Come ti descriveresti con 5 parole (pregi e difetti)?
Mafalda De Simone intervista influencer
Mafalda De Simone

Leggi anche >>> Giovanni Muciaccia si racconta: gli esordi, il successo, l’affetto dei fan

Creativa, originale, perspicace, permalosa, testarda.

Quando eri una bambina cosa sognavi di fare? Avresti mai immaginato una carriera come influencer?

Ho sempre avuto la passione per le foto, la moda, gli outfit, il make- up sin da bambina, quindi si può dire che la mia passione si è trasformata in un lavoro.

Ci racconti come hai iniziato?

Inizialmente condividevo i miei scatti in uno spazio privato come Facebook, mentre adesso lo faccio in uno spazio pubblico, il mio profilo Instagram.
Da lì è partito tutto. Mi sono appassionata sempre di più e ho iniziato a curare come meglio potevo il mio profilo Instagram, avendo una particolare attenzione per gli scatti che condividevo nella mia gallery. Il tutto è iniziato dall’estate del 2016.

Che rapporto hai con i tuoi follower?

Loro mi supportano sempre in quello che faccio, io cerco di renderli sempre partecipi e di mostrare tutto ciò che mi accade nella vita reale.

Come ti vedi a distanza di 10 anni?

Mi vedo sempre a fare ciò, sicuramente con una maggiore consapevolezza ed esperienza.

Cyberbullismo, Bodyshaming sono fenomeni strettamente connessi al tuo lavoro. A tuo parere, gli/le influencer possono fare qualcosa a riguardo?

Si assolutamente si. Da un po’ di tempo utilizzo i miei canali social, in particolar modo Instagram. per farmi portavoce di temi sociali importanti, credo sia fondamentale parlarne, un buon influencer deve saper trattare anche temi delicati ed essere d’ esempio per gli altri.

Esistono ancora dei pregiudizi grandi connessi alla tua professione, da alcuni considerata un “non lavoro”. Cosa rispondi?

Purtroppo ne esistono ancora troppi, per molti fare l’influencer non è considerato un lavoro, ma al giorno d’oggi dobbiamo accettare che le cose siano cambiate e adeguarci al momento, gli influencer fanno parte della società e sono fondamentali, quello che posso consigliare è di seguire sempre quelli che siano di buon esempio.

Influencer italiani e influencer stranieri? C’è una differenza di stile e approccio?

Si c’è una differenza nello stile a mio parere, ma ciò non vuol dire che una categoria sia superiore all’altra, ognuno deve percorrere la propria strada adeguandosi al suo gusto personale.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Mafalda De Simone intervista influencer
Mafalda De Simone
C’è qualcuno che rappresenta un modello per te, a cui t’ispiri?

Si ci sono dei modelli che preferisco, ma credo che bisogna crearsi una propria identità per poter essere apprezzati pienamente.

Che consiglio daresti a chi vorrebbe lanciarsi in una carriera simile alla tua?

È importante essere se stessi, originali, creativi, mostrarsi per quello che realmente si è nella vita di tutti i giorni.