Oggi è un altro giorno, Enzo De Caro e i segreti su Troisi e Sophia Loren

Ospite di Serena Bortone durante la puntata del talk pomeridiano “Oggi è un altro giorno” del 12 aprile c’è Enzo De Caro, attore e cabarettista napoletano, che insieme con Massimo Troisi e Lello Arena si esibì durante i concerti di Mina a Viareggio. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Oggi è un altro giorno (@altrogiornorai1)

Enzo De Caro, grande attore e cabarettista, fu un amico di Mina, di Sophia Loren ma anche del grande Pino Daniele.

Pino Daniele è stato uno spartiacque nel modo di comunicare la musica napoletana – ha detto Enzo De Caro -. Lui iniziò la sua carriera alla fine degli anni Settanta quando c’era voglia di cambiamento, voglia di discontinuità. Il musicista ha messo in ombra la sua immensa capacità poetica”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Oggi è un altro giorno, i Cugini di Campagna e quel “diverbio” con Lady Gaga

I ricordi di Enzo De Caro: da Massimo Troisi a Totò

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Oggi è un altro giorno, Rula Jebreal: “Il suicidio di mia madre e la violenza”

Siamo stati una generazione – racconta Enzo De Caro – che si è esposta perché volevamo cambiare qualcosa, il successo e la popolarità sono stati danni collaterali“.

Alla domanda della conduttrice a proposito di un particolare inedito della vita di Massimo Troisi Enzo De Caro risponde: “Ci vorrebbero una serie di puntate per ricordare un aneddoto che riguarda Massimo Troisi. Essere ad ogni costo profondamente fedeli a se stessi, io non immagino nemmeno un pensiero, un’azione e una battuta senza che lui fosse completamente autentico. Poi c’era la sua genialità che è un plus“.

Oggi c’è qualcosa che sopravvive alla morte, ancora oggi mi confronto con Massimo Troisi. Noi siamo sempre impreparati sulla morte, è come se non ci riguardasse. Siamo completamente impreparati nei confronti della morte”.

Enzo De Caro ha anche recitato al fianco di Sophia Loren. “Io ho avvertito una fragilità legata alla figura del padre che non era stato così buono con lei ma che era pur sempre il padre. Infatti, lei riscattò le aspirazioni di sua madre che era la sosia di Greta Garbo e che non potè intraprendere la carriera perché il marito non era d’accordo“.

Durante la puntata è intervenuta anche la nipote di Totò Elena De Curtis nata in Sud Africa. “Mi lega a mio nonno una relazione di grande rispetto perché lui suscita una profonda emozione. Io sento su di me l’aura positiva che mio nonno e mia mamma mi hanno consegnato. Lasciare che questo si perdesse non mi andava ed Enzo De Caro mi ha dato uno scossone per prendere in mano la situazione. Per me non è facile perché io sono una persona molto timida e parlare di mio nonno non è facile perché lui era un genio“.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Sono immersa nel materiale che riguarda mio nonno dal 2015. – dice Elena De Curtis, nipote di Totò – Il suo grande amore era il teatro dunque lui ha conservato molte cose e poi tutte le veline, una parte scritte con la stilografica e una parte battute a macchina. Poi ho trovato anche delle registrazioni perché lui nel 1957 perse la vista e non potendo più scrivere si registrava“.