Alex Baroni, come morì il noto cantante: 19 anni dal lutto

Sono passati 19 anni dalla morte di Alex Baroni. Il noto cantante ha perso la vita a soli 35 anni. Il pubblico non l’ha mai dimenticato.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da cantautoresimo (@cantautoresimo)

 Era il 13 aprile 2002 il giorno in cui Alex Baroni ha perso la vita. L’amato cantante aveva solo 35 anni. E’ stato un tragico incidente stradale a spegnere Baroni.

Classe 1966, Baroni era nato a Milano. Alessandro Guido Baroni il suo nome completo. Era diventato famoso grazie al suo grande talento a partire dagli anni novanta.

La madre Marina, morta lo scorso anno per via del covid, era una matematica, il padre  Giovanni un fisico. Seguendo le orme dei genitori, Baroni si era laureato in chimica all’Università di Milano ed era diventato docente. Trascorreva le sue giornate tra l’insegnamento e la musica.

Il suo esordio sulla scena musicale avvenne con l’ingresso nell’orchestra ufficiale della Rai nel 1966. Di seguito poi la partecipazione al Festival di Sanremo. Da lì le innumerevoli collaborazioni con cantanti internazionali. Inoltre ha realizzato la colonna sonora della versione italiana del cartone Disney “Hercules”.  I suoi singoli fin da subito avevano fatto breccia nel cuore del pubblico. Tra cui quello della cantante Giorgia a cui si era legato nel 1997.

LEGGI ANCHE > Kurt Cobain moriva 27 anni fa: la lettera che scrisse prima del suicidio

Alex Baroni: 19 anni dal tragico incidente

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alex Baroni (@alexbaroni_unico)

LEGGI ANCHE >  27 anni fa moriva Kurt Cobain: la storia di un’anima tormentata

Alex Baroli trascorse 35 anni tra successi e traguardi. Poi il fatale incidente avvenuto il 13 aprile del 2002 che stroncò per sempre la sua vita.

Nel 2007 una sentenza sancì che la tragedia fu di sua responsabilità. Quel giorno Alex si trovava a Roma. Durante il pomeriggio si stava spostando in moto quando venne travolto da un auto intenta in un’inversione di marcia vietata. Un urto che comportò la sua caduta. Poi un’altra auto lo investì. Fu trasportato d’urgenza. In condizioni gravissime finì in coma presso l’ospedale di Santo Spirito. Un coma che durò 25 giorni. Poi la morte.

Il conducente dell’auto che lo travolse venne prosciolto. Il giudice stabilì infatti che Baroni stesse guidando a velocità molto elevate e con il casco slacciato.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Stonati.it (@stonati)

Dalla sua morte, il pubblico non hai smesso di ricordarlo. Neanche la compagna Giorgia che ha dedicato proprio a lui il brano Gocce di Memoria.