Arrestato dopo aver incastrato la collega con la cocaina, i dettagli

E’ stato arrestato il comandante della polizia locale di Trezzano sul Naviglio, aveva incastrato la collega con la cocaina. I dettagli

arrestato cocaina
Armi e droga (Skica911_Pixabay)

Questa mattina la Polizia di Milano ha arrestato Salvatori Furci, il comandante della Polizia locale di Trezzano sul Naviglio, con l’accusa di aver provato ad intrappolare una delle sue colleghe, nascondendo della cocaina nella sua macchina. Il caso risale all’inizio del 2020, precisamente ai primi di gennaio quando l’uomo decise di vendicarsi di Lia Vismara, la vittima dell’accaduto e comandante di della polizia locale di Corbetta.

LEGGI ANCHE>>>Gratta e vinci gratis? C’è chi li ha rubati nel bar di fiducia, i dettagli

Arrestato comandante: dove aveva preso la cocaina?

bambina scomparsa
(4711018_pixabay)

LEGGI ANCHE>>>Scontro tra scooter e Suv: muore ragazzo di soli 19 anni

Salvatore Furci aveva preso accordi con il pusher albanese Mariglen Memushim che aveva il compito di prendere la cocaina e metterla nella macchina della collega. Successivamente avrebbe dovuto fare una soffiata ai carabinieri. Infatti la donna è stata fermata poco dopo per un controllo e nella sua auto, gli agenti di polizia avevano trovato della droga. Immediatamente la comandante ha denunciato il fatto ed ha subito capito di essere stata vittima di un complotto.

Il motivo

Successivamente gli inquirenti hanno attestato che si è trattato di una vendetta da parte di Furci. L’uomo ha deciso di rivendicarsi per un evento accaduto anni prima, infatti qualche tempo fa lavorava come agente a Milano ed aveva vinto il concorso di ufficiale al Comande del Comune di Corbetta. Lia Vismara però non rilasciò un parere positivo nei suoi confronti e quindi Salvatore non passò il periodo di prova.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

arrestato figlio omicidio Franco Colleoni
Un arresto (Getty Images)

Il caso si è concluso con l’arresto di Salvatori Furci e il pusher Mariglen Memushim che è stato complice dell’accaduto. I due sono stati accusati di calunnia aggravata e detenzione di stupefacenti. Ora spetterà al giudice decidere gli anni da passare in carcere e le varie conseguenze a livello lavorativo per il comandante di Trezzano sul Naviglio.