Scomparsi | Tiziano Allegretti, solo punti di domanda e numerose segnalazioni

Tiziano Allegretti è scomparso da Roma il 5 maggio del 2005 all’età di 27 anni: numerose le voci che iniziarono a circolare da un suo presunto allontanamento volontario alla morte.

Tiziano Allegretti scomparso
Tiziano Allegretti (screenshot – Chi l’ha Visto?)

Tiziano Allegretti è misteriosamente svanito nel nulla da Roma il 5 maggio del 2005 all’età di 27 anni. Il giovane, un grafico pubblicitario, risiedeva insieme alla sua famiglia nel noto quartiere capitolino del Quadraro.

Dopo la sua scomparsa, numerose furono le segnalazioni. Alcuni dissero di averlo visto a Milano, una donna disse che era il padre di sua figlia e che il ragazzo aveva deciso di interrompere ogni contatto con la sua famiglia. Altri parlarono di omicidio e di un presunto coinvolgimento di Tiziano con la malavita locale. Tutte ipotesi incanalate su di un binario morto che hanno portato all’archiviazione del suo caso da parte della Procura di Roma.

Leggi anche —> Scomparsi | Magdì, un’indagine per omicidio archiviata ed ancora tante domande

Tiziano Allegretti, scomparso da Roma nel 2005: che fine ha fatto il giovane grafico?

Leggi anche —> Scomparsi | Paolo Adinolfi, il magistrato custode di numerosi segreti svanito nel nulla

La famiglia non ha mai smesso di cerare Tiziano, il giovane grafico pubblicitario del Quadraro scomparso da Roma il 5 maggio 2005. Una storia singolare la sua fatta di testimoni che avrebbero riferito di averlo visto a Milano, salvo poi smentirsi in sede di interrogatorio. Di una donna di nome Jessica certa del fatto che il ragazzo fosse il padre di sua figlia. Di voci che lo danno per morto a causa di un suo coinvolgimento con la malavita capitolina.

Ma cosa è accaduto veramente a Tiziano Allegretti? Era un caldo giovedì quando a bordo del suo motorino si recò nei pressi di un bar del Quadraro. Intorno alle 18:30 il meccanico presso cui si era recato per far riparare il proprio scooter gli riconsegnò il mezzo. In quell’occasione sarebbe stato visto insieme ad un altro ragazzo di cui non si è mai conosciuta l’identità.

La polizia, titolare dell’indagine, avrebbe recuperato un telefono cellulare appartenente a Tiziano. A rinvenirlo il giorno dopo la scomparsa del ragazzo, una coppia che correva nel Parco di San Policarpo sulla Tuscolana. Ma il vero colpo di scena giunge all’inizio del nuovo anno quando i genitori del giovane si recano proprio in quell’area verde ed all’interno di un canale trovano lo scooter del figlio, pulito e lindo. Ma come ci è finito lì il suo Scarabeo? Un mese dopo il ritrovamento, inoltre, su un muro apparve una scritta nera effettuata con una bomboletta. Per gli inquirenti si trattava della grafia di Tiziano. Il messaggio era “Sono Scappato, By Tiziano”. Un’ipotesi a cui non avrebbero mai creduto i suoi congiunti.

La famiglia di Tiziano non ha mai smesso di lanciare appelli per ritrovare il figlio, rivolgendosi anche alla nota trasmissione Chi l’ha Visto? Numerose furono le segnalazioni giunte, alcune delle quali riferivano che il ragazzo si trovava a Milano. Tra questi il portiere di un palazzo del capoluogo lombardo che affermò di averlo visto. A sconvolgere la vita dei genitori del giovane, però, l’ingresso nella vicenda di una donna, Jessica, la quale l’11 dicembre 2017 si mise in contatto con loro. Dapprima gli rivelò di conoscerlo solo di vista poi però ritrattò parlando di una relazione nonostante fosse sposata con un altro uomo. Non solo, fece intendere ai due coniugi che il bambino portato da lei in grembo fosse figlio di Tiziano. Tutte affermazioni che non trovarono riscontro, come anche quella sempre dalla donna riferita, circa una precisa volontà del ragazzo di non voler più intrattenere rapporti con la sua famiglia.

La giovane incinta, inoltre, disse che Tiziano era solito recarsi presso una nota discoteca di Milano. Ed in effetti, dopo tempo spuntò una foto di questo locale in cui appariva un ragazzo identico al giovane scomparso. Era proprio lui o solo qualcuno che gli somigliava in maniera impressionante?

Il padre del giovane Tiziano, Angelo Allegretti – deceduto nel 2017 all’età di 67 anni- riferì in un’intervista che il figlio prima di sparire aveva iniziato a fare uso di sostanze stupefacenti. Il ragazzo, alla famiglia, avrebbe chiesto più volte scusa per il dolore arrecatole.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.


Era un giovane legato ai propri cari, disse il padre, al giorno numerose erano le telefonate intercorrenti tra loro. Non poteva essersi allontanato volontariamente senza dare più alcuna sua notizia.