Matteo Salvini rinviato a giudizio per Open Arms: “Vado al processo a testa alta”

Matteo Salvini è stato rinviato a giudizio per il caso Open Arms. Il leader della Lega dovrà rispondere di sequestro di persona e rifiuto di atti d’ufficio per aver impedito alla nave di attraccare a Lampedusa. 

sondaggio partiti politici in vetta
Partiti Politici Italiani (Getty Images)

Lorenzo Jannelli, gup di Palermo, ha rinviato a giudizio il leader della Lega Matteo Salvini per il caso Open Arms.

Salvini deve rispondere per sequestro di persona e rifiuto di atti d’ufficio per aver impedito, illegittimamente secondo la Procura, alla nave Open Arms di attraccare a Lampedusa. La nave aveva a bordo 147 migranti che rimasero a bordo dell’imbarcazione per giorni davanti alle coste dell’isola.

L’imbarcazione Open Arms venne fatta attraccare dalla Procura di Agrigento dopo aver costatato tramite un ispezione a bordo che alcune persone vertevano in gravi condizioni di salute fisica e psichica.

La difesa di Salvini ha sempre sostenuto che le decisioni del senatore erano dettate dal voler proteggere i confini nazionali. L’avv. Giulia Bongiorno, difensore di Salvini, ha poi affermato come alla Open Arms fosse stata offerta la possibilità di attraccare sia a Malta che in Spagna ma la Ong avrebbe rifiutato entrambi gli sbarchi per dirigersi a Lampedusa.

LEGGI ANCHE —> Ciro Grillo accusato di stupro, la Procura: “Ragazza costretta al rapporto sessuale”. Lui: “Era consenziente”

Salvini andrà al processo a testa alta. Il senatore non demorde

LEGGI ANCHE —> Bollettino del 17 aprile: i dati della pandemia di oggi in Italia

Il senatore Matteo Salvini andrà al processo a testa alta, su Instagram pubblica una foto e dice: La difesa della Patria è sacro dovere del cittadino‘. Articolo 52 della Costituzione. Vado a processo per questo, per aver difeso il mio Paese? Ci vado a testa alta, anche a nome vostro. Prima l’Italia. Sempre.”

Il processo comincerà il prossimo 15 settembre dinanzi ai giudici della seconda sezione penale del tribunale di Palermo.

La stessa Procura aveva già chiesto il rinvio a giudizio del leader della Lega, in aula c’erano il Procuratore Francesco Lo Voi, l’aggiunto Marzia Sabella e il pm Gery Ferrara.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

All’udienza preliminare si sono costituite 21 parti civili, oltre a 7 migranti di cui uno minorenne, il comandante della nave Oscar Camps e Ana Isabel Montes Mier, capo missione Open Arms.