Orrore in un parcheggio, lite sfoca in omicidio: uomo aggredito ed ucciso

Un uomo di 61 anni è stato aggredito ed ucciso nella serata di ieri all’interno di un parcheggio condominiale di Torre Annunziata, in provincia di Napoli.

Torre Annunziata lite parcheggio omicidio
Carabinieri (canbedone – Adobe Stock)

Una banale lite per un parcheggio è sfociata nel sangue. È accaduto nella serata di ieri a Torre Annunziata, in provincia di Napoli. Secondo alcune prime ricostruzioni, un uomo di 61 anni avrebbe discusso con un’altra persona all’interno del parcheggio condominiale. Il 61enne è stato poi colpito con un cric e successivamente con una coltellata. Sul posto sono arrivati gli operatori sanitari del 118 che hanno trasportato il 61enne in ospedale, dove purtroppo non c’è stato nulla da fare. In corso le indagini dei carabinieri per accertare i fatti e rintracciare il responsabile.

Torre Annunziata, aggredito e accoltellato in un parcheggio: morto un 61enne

Latina incidente muore giovane operatrice socio sanitaria
Ambulanza (Maksim Shebeko – Adobe Stock)

Omicidio nella serata di ieri, lunedì 19 aprile, a Torre Annunziata, in provincia di Napoli. La vittima è Maurizio Cerrato, 61enne incensurato. Secondo quanto emerso dalle prime ricostruzioni, come riporta la stampa locale e la redazione di Tgcom24, Cerrato avrebbe discusso con un uomo in un parcheggio condominiale in via IV Novembre. L’uomo sarebbe stato poi aggredito e colpito con un cric ed infine con una coltellata al torace.

Lanciato l’allarme, sul posto sono intervenuti i soccorsi del 118 che hanno trasportato d’urgenza il 61enne presso l’ospedale di San Leonardo di Catellammare. Qui, purtroppo, i medici del nosocomio non hanno potuto far nulla per salvargli la vita: il 61enne è deceduto poco dopo l’arrivo per via delle gravi ferite riportate.

Sull’omicidio stanno indagando i carabinieri che, giunti presso il luogo della tragedia, hanno provveduto agli accertamenti del caso per individuare il responsabile, fuggito dopo il delitto. I militari dell’Arma adesso dovranno accertare i contorni dell’aggressione non ancora chiari. Dai primi riscontri, scrive Tgcom24, pare che la lite sia scoppiata per futili motivi legati ad un parcheggio, durante la quale la vittima avrebbe provato a difendere la figlia.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

Chi l'ha visto Barbara Corvi
Carabinieri (Woody Alec – Adobe Stock)

Una versione smentita dalla figlia del 61enne che in un post sul proprio profilo Facebook ha scritto: “Ci tengo a precisare che non è corretto dire che mio padre è morto in una lite, a mio padre è stato fatto un agguato in piena regola, solo per difendere me, che ero la luce dei suoi occhi. Mio padre è stato pugnalato e con questa gente non aveva mai avuto a che fare“.