Domenico Diele, polemica sul suo ritorno in tv dopo la condanna per omicidio stradale

Domenico Diele torna in tv con la fiction “Buongiorno, mamma”. È polemica: l’attore è stato condannato per omicidio stradale per un fatale incidente del 2017

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Fillm & Serie TV (@filmandserietv)

Domenico Diele torna in televisione, dopo anni drammatici: ma la strada per riabilitarsi agli occhi dell’opinione pubblica è ancora tutta in salita. L’attore è parte del cast della serie tv “Buongiorno, mamma”, insieme a Raoul Bova, Maria Chiara Giannetta, Serena Autieri ed Erasmo Genzini.

Nella nuova fiction di Canale 5 diretta da Giulio Manfredonia, Diele interpreta il vicequestore Vincenzo Colaprico. È il suo primo ruolo in quattro anni, dopo il drammatico incidente stradale del 24 giugno 2017, nel quale l’attore investì lo scooter di Ilaria Dilillo, una donna di 48 anni, causandone la morte.

LEGGI ANCHE -> Carlo Conti distrutto: terribile uragano contro il presentatore. I dettagli

Domenico Diele, polemica sul suo ritorno in tv

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da ScreenWeek (@screenweek)

LEGGI ANCHE -> Lutto nel mondo della musica, morta la grande interprete italiana

Lo scontro fra la macchina di Diele e la moto della Dilillo avvenne lungo l’autostrada A2 del Mediterraneo. Una volta arrivati i soccorsi, l’attore fu trasportato all’ospedale di Salerno, dove risultò positivo a oppiacei e cannabinoidi. Inoltre stava guidando nonostante già mesi prima gli fosse stata sospesa la patente, sempre per uso di sostanze stupefacenti.

Per questo a fine 2020 la Cassazione ha pronunciato la sentenza definitiva, condannando Diele per omicidio stradale e prevedendo 5 anni e 10 mesi di reclusione. Tuttavia, l’attore aveva già girato le sue scene per il ruolo offertogli da Lux Vide, la società che ha prodotto “Buongiorno, mamma”.

Anche se la famiglia della vittima dell’incidente stradale non si è ancora espressa in merito, le polemiche sulla partecipazione dell’interprete senese nella serie tv non sono meno accese. Per fare chiarezza la società di produzione ha diramato una nota: “Lux Vide precisa che Domenico Diele è stato scritturato come attore da persona libera e non ancora condannato definitivamente a scontare la pena”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da RB Casting (@rbcasting)

E ancora: “La Costituzione Italiana sancisce il principio di non colpevolezza fino a definitiva sentenza di condanna, intervenuta in un momento successivo alle riprese della serie. Domenico Diele, inoltre, è un bravo attore ed è stato scelto perché ritenuto idoneo ad interpretare il ruolo. In ogni caso Lux Vide crede nel valore riabilitativo della pena previsto anch’esso dalla Costituzione italiana (art. 27, co. 3)”.