Ritrovato il sottomarino scomparso: 53 morti – VIDEO

Il relitto è stato individuato: lo ha riferito la Marina indonesiana questa domenica 25 aprile. Gli ultimi aggiornamenti.

Il sottomarino KRI Nanggala-402 è stato ritrovato. A riferirlo è stata la Marina indonesiana questa domenica 25 aprile. Il sommergibile di fabbricazione tedesca era stato dichiarato scomparso lo scorso mercoledì mattina (21 aprile) durante un’esercitazione nello stretto di Bali, dove è stata in seguito ritrovata una macchia di petrolio. Secondo i rapporti ufficiali, il mezzo ha perso i contatti immediatamente dopo la richiesta di immersione. L’ultima comunicazione è stata registrata in un punto a nord dell’isola indonesiana; precisamente nella rotta che percorre l’Oceano Indiano e il Mare di Bali.

LEGGI ANCHE >>> Violenta esplosione in un ospedale Covid: è strage – VIDEO

Gli ultimi aggiornamenti: l’annuncio della Marina indonesiana

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Navy Lookout (@navylookout)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Ragazzo aggredito e ucciso con una spada: la ricostruzione della vicenda

La triste notizia di questa domenica pone fine alla lunga attesa da parte dei familiari delle 53 vittime. Oltre all’annuncio del rinvenimento del relitto in frantumi, le autorità locali hanno confermato il decesso di tutti i membri dell’equipaggio. La dichiarazione conferma i timori della marina militare, la cui ipotesi si basava sull’assenza di ossigeno a bordo: solo 72 ore dal momento dell’incidente. Una scadenza che è stata superata da due giorni.

Sulla base delle prove, si può affermare che il KRI Nanggala è affondato e tutto il suo equipaggio è morto“, ha dichiarato ai media stampa il ​​capo militare, Hadi Tjahjanto. Poche ore prima del comunicato ufficiale, il presidente del Paese, Joko Widodo, ha espresso le sue condoglianze ai parenti delle vittime: “Noi indonesiani esprimiamo la nostra profonda tristezza per l’accaduto. Siamo vicini alle famiglie dell’equipaggio del sottomarino.”

Stando a quanto riferisce The Guardian, sabato (24 aprile) le squadre di ricerca hanno ritrovato alcuni frammenti del relitto: tra questi alcuni oggetti, quali un tappetino da preghiera e una bottiglia, proprio nel punto in cui il sottomarino è scomparso. Pertanto, tra i membri della Marina avanza l’ipotesi della distruzione del sommergibile in più frammenti a causa della pressione. Stando a quanto riferiscono le fonti, l’imbarcazione è spronfondata oltre gli 800 metri ed è stata spezzata in tre parti.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

Prima dell’incidente, la Marina indonesiana contava cinque sottomarini: due Type 209 di fabbricazione tedesca, incluso il Nanggala, e i più recenti sommergibili sudcoreani.

Fonte The Guardian