Covid, Von der Leyen: “I turisti americani vaccinati potranno viaggiare in Europa”

In vista dell’estate, l’Ue punta al turismo. La presidente della Commissione, Ursula Von der Leyen, riaprirà le frontiere per gli americani vaccinati

Ursula Von der Leyen turisti americani
Ursula Von der Leyen (Getty Images)

Si comincia a parlare di riaperture anche per il comparto turistico e dall’Unione europea arrivano buone notizie. In un’intervista al New York Times, la presidente della commissione Ue, Ursula von der Leyen ha affermato con certezza che si riapriranno le frontiere con gli Usa. Infatti i turisti americani vaccinati quest’estate potranno viaggiare in Europa.

“Gli statunitensi – ha spiegato von der Leyen – usano vaccini approvati anche dall’Ema, l’Agenzia europea per i medicinali. E ciò consentirà loro la libera circolazione e viaggi nell’Unione europea. Perché una cosa è chiara: tutti e 27 gli Stati membri li accetteranno, senza condizioni.

LEGGI ANCHE -> Covid, quanto dura l’immunità dopo il vaccino? Ecco i nuovi dati

Von der Leyen: “I turisti americani vaccinati potranno viaggiare in Europa”

Ursula Von der Leyen Turisti americani
Turisti americani (Getty Images)

LEGGI ANCHE -> Covid, in zona gialla niente caffè al bancone: le proteste degli esercenti

Von der Leyen al momento non ha fornito le tempistiche con cui avverranno le riaperture. Tuttavia il quotidiano newyorkese anticipa che le nuove regole dovrebbero essere in vigore già questa estate. La presidente della Commissione Ue infatti ha sottolineato “l’enorme progresso” della campagna di vaccinazione negli Stati Uniti, che entro metà giugno avranno vaccinato il 70% della popolazione adulta.

Von der Leyen ha chiarito che gli Usa sono un modello da imitare e che la possibilità di viaggiare comunque dipenderà dalla situazione epidemiologica. Poi ha aggiunto con cauto ottimismo che “negli Stati Uniti la situazione sta migliorando, come, speriamo, nell’Unione Europea”. Queste aperture al turismo d’oltreoceano arrivano dopo settimane di discussioni tecniche tra Unione Europea e Stati Uniti per la creazione di certificati vaccinali universalmente validi.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Covid Von der Leyen turisti americani
Turisti a Pisa (Getty Images)

In particolare si vuole arrivare a rendere semplice e inequivocabile la leggibilità dei certificati, così che i cittadini li usino per viaggiare senza temere restrizioni. Probabile quindi che si cerchi una soluzione condivisa.