Invecchiamento: la scienza spiega come rallentare il processo e restare in salute

Oggi rallentare il processo d’invecchiamento della pelle e dell’organismo é possibile. Ecco come restare in salute anche in tarda età.

invecchiamento rallentare processo scienza
Melissa Villaseñor in “Una nonna giovane” (Getty Images)

Il premio Nobel 2009 alla scienza, Elizabeth Blackburn, spiega il contenuto di una sua eclatante e recente ricerca. Secondo le risposte ottenute grazie a quest’ultimo studio concepito per mettere a nudo l’invecchiamento ed il suo processo dall’illuminata settantenne di origini australiane, è possibile ad oggi tentare di arrestarlo senza dover ricorrere forzatamente ad utopici elisir di lunga vita.

Le illuminanti risposte sono interamente contenute proprio in uno dei suoi saggi più importanti, quello de “La scienza che allunga la vita“. Ecco come procede secondo la guida veritiera della Blackburn.

Leggi anche —>>> Covid-19 | Variante Indiana, cresce il timore sulla sua diffusione in Italia

Invecchiamento: come rallentarlo, la guida alla salute contro il tempo

Potrebbe interessarti anche —>>> Covid, curarsi a casa: la nuova guida ufficiale dal Ministero della Salute

I segreti svelati dalla studiosa conducono tutti alla fondamentale importanza dei telomeri. Ovvero della “coda” dei cromosomi che, tendendosi a deteriorare fino ad abbandonare la sua totalità con il passare del tempo, risulta essere la prima causa dell’invecchiamento. Eppure, esiste un modo per rallentare considerevolmente il momento in cui ciò, inevitabilmente, debba avvenire.

Il fine sarebbe dunque quello di allungare la vita, prima che a noi stessi, ai nostri cromosomi. E come è necessario ricorrere agli esami ed analisi di routine, è consigliabile rimanere informati in tal modo anche sul loro stato di autonoma conservazione. Il consiglio più utile, inoltre, resta quello di condurre una vita equilibrata, dedicarsi a pratiche benefiche, quali la meditazione, e dunque lasciar andare tutto ciò che a ha che fare con situazioni stressanti e sana portatrici di ansia ed agitazione.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nobel Prize (@nobelprize_org)

Uno status nervoso, pressoché perenne, è infatti uno dei killer prediletti di quelle sensibili estremità cromosomiche. In conclusione lei stessa ha recentemente dichiarato in un’intervista come un corretto riposo sia d’aiuto. “Gli uomini che dormono solo cinque ore a notte hanno telomeri più corti degli uomini che ne dormono almeno sette“.