Oggi è un altro giorno, Serena Bortone sbotta con un ospite: “Decido io”

La sorridente conduttrice di “Oggi è un altro giorno”, il programma del primo pomeriggio di Rai Uno, non le manda a dire al presidente facente funzione della regione Calabria Antonino Spirlì in collegamento da Catanzaro. 

Serena Bortone
Serena Bortone (Screenshot tv Rai 1)

Luca Barbarossa e la figlia di Sergio Endrigo sono gli ospiti di Serena Bortone durante la puntata di “Oggi è un altro giorno” del 29 aprile. Gli ospiti fissi o, come li chiama la conduttrice, gli “affetti stabili” sono Memo Remigi e Jessica Morlacchi che intervengono con qualche piccola performance musicale durante le interviste.

Poi la solita pagina dedicata alla cronaca e all’attualità con il parere di un virologo circa il problema della circolazione della variante indiana del Covid 19. Ma sono le parole del presidente della Regione Calabria in collegamento da Catanzaro che fanno infuriare la conduttrice.

LEGGI ANCHE —–> Piera Maggio, madre di Denise Pipitone rivela un segreto: “Li conosciamo…”

Sbotta Serena Bortone: “Qua sono io decidere, mi giudicheranno gli spettatori”

LEGGI ANCHE > I Soliti Ingoti, Rocio Morales fa una partita incredibile: non era mai successo

Spirlì le vaccinazioni da voi in Calabria non stanno andando benissimo“. Questa la prima frase che Serena Bortone rivolge al presidente della Regione facente funzioni. Poi continua: “Leggo che siete ultimi per dosi somministrare e penultimi sugli over 80 e sugli over. Qual è la situazione?“, chiede la giornalista.

Risponde impettito il presidente facente funzioni (che ha preso il posto di Jole Santelli morta a ottobre 2020  a causa di una malattia ndr). “Cara Bortone grazie per avermi invitato“, dice. Poi continua: “Cominciamo a rimettere i puntini sulle i quando si parla di sanità in Calabria. Prima di comparare i numeri con quelli delle altre regioni bisogna sempre ricordarsi che la sanità in Calabria è commissariata dal governo da 11 anni dopo almeno 20 anni di piraterie a danno di tutti, specialmente dei calabresi“.

Non si fa attendere la domanda della giornalista che dice: “Presidente dunque è colpa del governo se non state andando aventi con i vaccini?“. Inizia così il botta e risposta tra la conduttrice e il politico. “Noi partiamo con personale zero – si difende Spirlì – strutture zero. Quello che siamo riusciti a fare è di aumentare il numero delle vaccinazioni”.

Spirlì continua a difendere l’operato della regione Calabria dicendo che i risultati che si stanno ottenendo sono enormi. “Qui si stanno facendo il mazzo medici, infermieri” dice il presidente e la conduttrice risponde: “Su questo non abbiamo dubbi”.

Poi la conduttrice manda in onda un servizio realizzato a Cosenza in cui un operatore sanitario racconta della carenza di dispositivi e del sovraffollamento degli ospedali. “Non sembra di stare in Italia”, racconta un medico del pronto soccorso. Nel servizio si vede anche un ragazzo che mostra una foto del presidente che si trovava allo stadio a vedere la Reggina mentre negli ospedali c’era il caos e la gente moriva.

Al rientro in studio Sprilì è molto nervoso e riferendosi al medico del pronto soccorso dice: “Da ora in poi io gradirei che le persone che denunciano quello che vogliono denunciare lo facciano a viso aperto e senza nascondere la voce“.

Il medico è un medico – risponde la Bortone – ne va della dignità di noi giornalisti“. E lui risponde: “Ne va della dignità di presidente della regione sapere chi è il medico che dice quello che dice. Non possiamo mandare in giro voci nascoste. Questa non è una terra in cui bisogna nascondersi“.

Il presidente continua a difendersi e ad attaccare il governo e nello specifico il ministro della Sanità e quello dell’Economia. Poi continua a condannare il comportamento del medico con la voce contraffatta e il volto nascosto.

A questo punto interviene la giornalista che tiene a precisare che è lei a decidere. “Presidentesbotta la Bortonequello che è mio dovere lo decido io da giornalista, lei sa qual è il suo dovere di presidente. I cittadini calabresi giudicheranno i suoi doveri, i telespettatori del servizio pubblico giudicheranno i miei“.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Insomma, la giornalista mette a posto il presidente della Regione Calabria e ristabilisce l’ordine in studio.