Caso Ciro Grillo, parlano le due ragazze abusate: “Non eravamo ubriache”

Le due ragazze che hanno denunciato per stupro Ciro Grillo e i suoi amici hanno parlato agli inquirenti: “Non eravamo ubriache, sappiamo com’è andata”

Ciro Grillo: pm non crede alla sua versione
Ciro Grillo (screenshot da Facebook)

Emergono nuovi inquietanti dettagli sulla presunta violenza di gruppo che sarebbe stata perpetrata da Ciro Grillo e dai suoi amici Edoardo Capitta, Vittorio Lauria e Francesco Corsiglia nel luglio 2019. Le due ragazze che li hanno denunciati per stupro affermano che al momento degli abusi erano sobrie e non ubriache com’è stato riportato finora. L’alcool avrebbe fatto la sua comparsa solo dopo.

Come spiega il Corriere della Sera, Roberta ha testimoniato davanti agli inquirenti, il procuratore capo di Tempio Pausania, Gregorio Capasso, e la sua sostituta Laura Bassani. Secondo i verbali avrebbe sostenuto: “Ero sobria, mi rendevo conto di ciò che accadeva, così come ho già detto per gli altri ragazzi e per Silvia. Certamente ero molto stanca perché avevamo fatto molto tardi…“. E anche l’altra ragazza le dà ragione.

Leggi anche-> Perde il controllo della moto e si schianta: morto ragazzo di 20 anni

Caso Ciro Grillo, parlano le due ragazze abusate: “Non eravamo ubriache”

(Pixabay)

Leggi anche-> Schianto fatale con lo scooter, muore noto primario

Ma anche i ragazzi che ne avrebbero abusato sarebbero stati lucidi. Dagli atti risulterebbe infatti che anche il figlio di Beppe Grillo e i suoi amici non fossero in preda all’alcol. Secondo gli inquirenti i giovani avrebbero bevuto qualcosa sia nella discoteca sia al rientro nella villetta, quando avevano cenato con una spaghettata, ma non al punto da essere alterati.

Secondo il verbale di denuncia, Silvia sarebbe stata già molestata da Francesco mentre cucinavano. Lei gli avrebbe dato un calcio per allontanarlo e lui sarebbe tornato alla carica dopo, obbligandola ad avere un rapporto sessuale con lui. Una versione che il giovane nega, parlando di sesso consenziente. La ragazza però racconta di aver provato a svegliare Roberta per scappare via, senza riuscirci.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

(Pixabay)

A quel punto, nelle prime ore della mattina si sarebbero consumate le violenze di gruppo e le ragazze sarebbero state costrette a bere vodka. I quattro giovani però negano di averle obbligate, e confermano quanto testimoniato da Francesco. Ma oltre alle loro versioni, al vaglio degli inquirenti ci sono anche i filmati che i giovani avrebbero registrato durante i rapporti.