Treviso, Emma muore a 17 giorni. I genitori sono sotto choc

Treviso è sotto choc per la morte della piccola Emma. La bambina aveva 17 giorni ed è morta nella sua culletta senza un perché. 

Incidente in moto muore 19enne
Eliambulanza (Foto di Ewa Urban da Pixabay)

La piccola Emma è venuta a mancare a soli 17 giorni, i genitori, come tutta Lovadina di Spresiano, sono sotto choc.

Dovevano essere giorni felici, giorni nei quali tutto era una scoperta, tutto una gioia. La casa era ancora addobbata per l’arrivo di Emma, con fiocchi, palloncini, confetti, bomboniere. Tutto è andato in frantumi, tutto ha il sapore dell’amarezza.

LEGGI ANCHE —> Muratore vince 3 milioni di euro, poi indagato: la sentenza della procura

Una tragedia inaspettata ha colpito la famiglia della piccola Emma

Si getta dal ponte col figlio, tragedia a Treviso
Mamma e figlio Treviso (Foto di AERC da Pixabay)

LEGGI ANCHE —-> Silvio Berlusconi: la verità sulle sue condizioni di salute

“Non piangete, mamma e papà, le lacrime vi impedirebbero di vedere le stelle. Ora sono in Cielo e brillerò per voi”. Queste sono le parole che i genitori di Emma hanno scelto per l’epigrafe della loro bambina, un dolore che non sarà mai sanato, un momento che verrà ricordato per sempre.

Emma Grespan è morta nella sua culletta a soli 17 giorni, il 26 aprile. Il papà Francesco di 28 anni e la mamma Alice di 26 anni, erano una famiglia felice. La mattina del 26 aprile si sono svegliati ed hanno capito subito che qualcosa non andava, sono stati allertati immediatamente i soccorsi, compreso un eliambulanza.

Tutto è risultato inutile, i tentativi per salvare la piccola sono stati inutili. Il viaggio verso il pronto soccorso è terminato con il decesso della piccolina.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Una ragazza di 28 anni positiva al coronavirus, ha partorito un bambino con gli anticorpi. Il fatto è accaduto in Bulgari. 
(Getty Images)

Non esistono parole per descrivere una tale tragedia, chi perde i genitori diventa orfano, ma per chi perde un figlio un appellativo non c’è perché è tutto contro natura.