Pio e Amedeo e il pezzo sul politically correct. La risposta di Vladimir Luxuria

Pio e Amedeo. Il duo comico pugliese ha concluso l’esperienza nel programma Felicissima Sera. Il pezzo sul politically correct che hanno proposto ha suscitato riflessioni e polemiche. Arriva la risposta di Vladimir Luxuria

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pio e Amedeo (@pioeamedeo83)

Pio e Amedeo hanno concluso la loro avventura televisiva raccogliendo un successo incredibile. Il programma Felicissima Sera è andato in onda il venerdì su Canale 5, consegnando ai “padroni di casa” lo scettro della vittoria degli ascolti. Battuta, infatti, la concorrenza di Carlo Conti su Rai Uno che proponeva lo show Top Dieci.

La terza e ultima puntata che ha visto all’opera il duo pugliese ha tenuto incollati al piccolo schermo 4,3 milioni di spettatori pari al 22,5% di share. Tuttavia, il loro commiato non è stato privo di strascichi. Il pezzo ironico sulla pesantezza del politically correct e sull’ironia, interpretata come arma che salverà il mondo, ha suscitato non poche polemiche.

 “Non dobbiamo vergognarci di dire la parola ‘neg*o’ perché conta la cattiveria nella parola, conta l’intenzione. Se l’intenzione è cattiva, allora è quella da condannare. Il politically correct ha rutt’ u’ ca**”. A parer loro, quindi, non sono le parole in sè a dover essere messe al patibolo, ma le sfumature di significato che diamo loro. Toccata anche la comunità LGBTQ+. Una illustre esponente, che da sempre lotta per l’equità di diritti, ha risposto a Pio e Amedeo. Si tratta di Vladimir Luxuria.

LEGGI ANCHE >>> Politically correct: il messaggio di Pio e Amedeo è virale

Vladimir Luxuria commenta il pezzo di Pio e Amedeo a Felicissima Sera

LEGGI ANCHE>>>Amedeo bacia Laura Chiatti: “Ci hai messo la lingua” VIDEO. La reazione di Marco Bocci

Vladimir Luxuria, personaggio pubblico, ex politica ma soprattutto attivista per i diritti della comunità LGBTQ+, ha diffuso sui suoi canali social un video in cui, molto pacatamente e con estrema onestà, commenta dal suo punto di vista il pezzo sul politically correct realizzato da Pio e Amedeo durante l’ultima puntata di Felicissima Sera.

“E’ vero che l’ironia e l’autoironia sono delle grandissime armi e delle risorse, un vaccino contro il virus dell’ignoranza e della stupidaggine” – inizia Luxuria, tuttavia le parole non devono essere decontestualizzate, ma diventano offensive quando c’è l’effettiva intenzione di farlo. La stessa Luxuria racconta di essere stata oggetto in passato degli sketch proprio di Pio a Amedeo e di aver riso insieme a loro.

“L’ironia purtroppo non basta” – prosegue l’ex politica e attivista. Si riferisce a Malika Chalhy, la ragazza toscana scacciata via recentemente di casa poiché omosessuale e ripudiata dalla sua stessa famiglia. “Non credo che per lenire il suo dolore basti ridere in faccia a sua mamma, così come quando mi bullizzavano a scuola e non avevo più voglia di andarci, non ce la facevo a ridere contro chi mi aggrediva. Chi mi picchiava non avrebbe smesso per questo”.

Vladimir Luxuria si scaglia contro anche l’opinione di Pio e Amedeo sull’inutilità del Gay Pride ai giorni nostri. “Dovreste chiedervi perchè sia necessario un Gay Pride e non un Etero Pride” – continua – “Forse perchè gli etero possono accedere al matrimonio mentre per i gay ci sono solo le unioni civili? Forse perché gli etero possono adottare e i gay no? O forse perché nessuno è mai andato in giro a picchiare qualcun altro in quanto etero?”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pio e Amedeo (@pioeamedeo83)

Luxuria conclude difendendo assolutamente il diritto alla satira ma sottolineando che, in certi contesti, farsi una risata non sia sufficiente.