Tiberio Timperi lascia in anticipo Uno Mattina: “Un dovere verso gli altri”. Cos’è successo?

Lo storico conduttore di Uno Mattina, Tiberio Timperi, ha lasciato lo studio in anticipo. Il motivo? “Un dovere verso gli altri”. Ma cos’è successo?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ascolti_tv (@ascoltitv_official)

Il conduttore Tiberio Timperi, volto noto delle trasmissioni mattutine di Rai 1, ieri ha dato vita ad un insolito fuori programma. Il presentatore ha lasciato la trasmissione Uno Mattina in Famiglia prima del termine della diretta. La sua giustificazione è che aveva “un impegno importante, un dovere verso gli altri.

Una frase sibillina, che ha lasciato alcuni telespettatori un po’ perplessi. Il programma non è stato interrotto, ma è continuato sotto la guida della collega Monica Setta, con l’intervista al cantautore Simone Cristicchi. Ma Timperi in vent’anni di carriera non aveva mai fatto una cosa del genere. Qual è dunque il motivo della sua uscita anticipata?

LEGGI ANCHE -> Fabio Fazio e Flavio Insinna, lo scontro tra titani per una tramissione storica

Tiberio Timperi lascia in anticipo Uno Mattina. Ecco il motivo

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Tiberio Timperi (@ttimperi)

LEGGI ANCHE -> Sanremo 2022, arrivano grandi conferme: sarà lui a condurre

Poco dopo aver lasciato gli studi di Uno Mattina, Timperi ha pubblicato un selfie, in cui spiegava per filo e per segno quello che stava accadendo. Il conduttore si era prenotato per ricevere il vaccino anti-Covid, ed era in fila per fare la prima dose. È arrivato il momento anche per me, a causa di patologie che aprono ai nati nel 64. Questo per disinnescare chi di professione rimesta nel fango – ha chiarito il conduttore.

Il presentatore ha quindi descritto tutta la procedura, lodando la velocità e la precisione delle tempistiche e la professionalità degli addetti. E racconta anche lo stato d’animo di chi finalmente vede avvicinarsi il tanto atteso vaccino. “In fila si scherza. Ci si guarda negli occhi. C’è chi scatta il selfie che suggella il momento. Chi confessa timore. Chi esorcizza. Ma si respira aria di solidarietà e moderato ottimismo.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Tiberio Timperi (@ttimperi)

Tiberio Timperi conclude ringraziando anche chi ha reso possibile la creazione di centri vaccinali localizzati in tutto il Lazio, così come il personale sanitario, la protezione civile e la Croce Rossa, che sono l’anima della campagna di vaccinazione anti-Covid.