La lastra ostacola il trattore: agricoltore sposta il confine di due metri

Spostando la lastra di pietra, la cui posizione ostacolava il percorso del suo trattore, il contadino ha ampliato la sua città.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da La Voix du Nord (@lavoixdunord)

Una notizia insolita arriva al confine tra Francia e Belgio; un limite territoriale davvero traballante secondo le ultime notizie riferite dai media di entrambi i paesi. In particolare, questa domenica (2 aprile), l’estensione del comune di Bousignies-sur-Roc, nel nordest dell’Alta Francia, risulta ridotta di due metri. La causa? Un evento tanto bizzarro quanto insolito: l’attività di un contadino. Originario della città belga Erquelinnes, nella provincia vallona dell’Hainaut, l’agricoltore ha accidentalmente spostato di ben due metri e 29 centimetri il confine. Una situazione davvero stravagante per le due nazioni. Al momento la notizia è stata accolta dai rispettivi paesi vicini con ilarità e ironia.

LEGGI ANCHE >>> Tragedia ad alta quota: cinque sciatori morti sulle Alpi

La pietra risale al 1819 e pesa oltre 150 kg

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Armin 🤟🏼 (@armand.sweetberry)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Mistero sulla morte della diplomatica caduta dal 18° piano

Secondo quanto riporta La Voix du Nord, l’evento è successo la scorsa domenica. A fare l’incredibile scoperta sono stati tre specialisti appassionati di storia. L’occhio esperto del gruppo ha prontamente notato l’errata posizione della lastra di pietra durante una caccia al tesoro nel bosco di Bousignies-sur-Roc. “Ho subito avuto l’impressione che il monumento di frontiera, situato alla fine del bosco, si fosse leggermente spostato.“, ha testimoniato uno di loro al quotidiano regionale.

Stando a quanto riferiscono i media locali, l’agricoltore belga ha spostato la pietra di oltre 150 kg sul lato francese, violando di conseguenza il Trattato di Coudrai del 1820, il documento che regola il confine tra Francia e Belgio. Nessun provvedimento amministrativo e nessuna guerra di confine. Tuttavia, il sindaco del comune belga David Lavaux ha invitato l’agricoltore a ricollocare la pietra nella sua posizione originaria.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Stephan Haeke (@stephanhaeke)

In caso contrario, il caso potrebbe finire sulla scrivania del ministero degli Esteri belga. Il sindaco è fiducioso: “Dovremmo comunque essere in grado di evitare una nuova guerra di confine.”

Fonte La Voix du Nord