Femminicidio: donna bruciata viva in strada dal marito

La vittima, 31 anni e madre di tre figli, è morta questo martedì pomeriggio (4 maggio). L’assassino è il compagno.

Polizia francese
Polizia francese (Getty Images)

Un brutale femminicidio è avvenuto in Francia, sotto gli occhi increduli e disperati dei passanti. Siamo a Mérignac, dove una donna ha perso la vita per mano del marito. La vittima, 31 anni e madre di tre figli, è stata uccisa questo martedì pomeriggio (4 maggio). Secondo quanto riportano i media locali, la donna è stata bruciata viva in strada dal compagno. Un crimine spregevole che ha lasciato sgomento l’intero comune del dipartimento della Gironda. I suoi 67.410 abitanti sono scioccati per l’accaduto.

LEGGI ANCHE >>> Drammatico incidente stradale: morta 23enne

Il volto dell’uomo era già noto alla polizia

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da BORDEAUX MÉDIA (@bordeauxmedia)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> La lastra ostacola il trattore: agricoltore sposta il confine di due metri

Il femminicidio ha avuto luogo intorno alle ore 18:10, in mezzo alla strada. Stando a quanto riferiscono i notiziari francesi, non riuscendo a stare al passo della vittima, l’uomo le ha sparato 3 volte alle gambe durante l’inseguimento. Ferita e a terra, la donna è stata cosparsa di liquido infiammabile mentre era ancora viva ed è stata arsa viva.

Il volto dell’assassino, una quarantina d’anni, era già noto alle forze dell’ordine: l’uomo è stato arrestato circa mezz’ora dopo l’incidente. Dalle dichiarazioni del Ministero dell’Interno e della procura di Bordeaux si legge che il sospetto era in possesso di un fucile calibro 12, una pistola a gas e una cintura a cartuccia. Il rapporto precisa che poco prima del reato, il malvivente ha anche dato fuoco alla loro abitazione.

Secondo i primi elementi raccolti, la donna era vittima di regolare violenza domestica. La notizia trova conferma anche dai rapporti del municipio comunale, il cui sindaco ha indicato di aver appreso “che il sospetto era già stato condannato per episodi simili“. I documenti dichiarano che il responsabile del femminicidio era già stato accusato di abusi nel giugno 2020 e condannato a una pena pari a 18 mesi, di cui 9 con sospensione probatoria con mandato di condanna: l’uomo era appena uscito dal carcere. I tre figli della coppia – 3, 7 e 11 anni – non erano presenti sulla scena del crimine: il più grande era con un amico mentre gli altri due si trovavano a scuola.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Girard brice (@brice.girard.kwfrance)

Nel 2020 sono stati registrati 90 femminicidi in Francia, contro i 146 dell’anno precedente.

Fonte LCI.fr