Caso Cucchi, arriva la condanna per i due carabinieri

Caso Stefano Cucchi, emessa la sentenza di condanna da parte della Corte d’Appello; i dettagli.

Stefano Cucchi, sentenza d'appello
Stefano Cucchi (Facebook)

Dopo anni di lotte in Tribunale, una nuova fase pare sia propensa a dare Giustizia. la Corte D’Appello infatti ha emesso la sentenza sul caso di Stefano Cucchi, il giovane ritrovato privo di vita a Roma il 22 ottobre 2009 mentre era sottoposto alla misura cautelare.

Una decisione sopraggiunta dalla Corte D’Appello dopo ore ed ore di Camera di Consiglio. Tale sentenza ha inasprito le pene previste dal Giudice di primo grado: gli anni di carcere previsti per i due Carabinieri – Alessio Di Bernardo e Raffaele D’Alessandro – sono stati elevati a 13 – anziché 12 in primo grado – con l’accusa di omicidio preterintenzionale , ossia chiunque cagioni la morte di un uomo “con atti diretti a commettere uno dei delitti preveduti dagli articoli 581 e 582 del codice penale”. 

I due esponenti delle forze dell’ordine avrebbero infatti pestato il giovane sino a ridurlo in quelle condizioni disumane le cui foto hanno fatto il giro del mondo. Per Roberto Mandolini invece la pena è stata ridotta di 6 mesi (4 gli anni totali) e la conferma del primo grado invece è sopraggiunta per Francesco Tedesco (due anni e sei mesi) condannati per aver commesso il reato di falso.

LEGGI ANCHE -> Rifiuta la mascherina in classe e si incatena al banco: Tso per un liceale 18enne

Caso Cucchi, la reazione della sorella Ilaria

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ilaria Cucchi (@ilariacucchiofficial)

LEGGI ANCHE -> Ci sono importanti novità per la fertilità. Ottenuto embrione umano di 6 giorni

Ilaria Cucchi, sorella della vittima nonché attivista subito dopo la sentenza ha dichiarato: “Il mio pensiero va a Stefano e ai miei genitori. Il mio pensiero va a Stefano e ai miei genitori che oggi non sono qui in aula. E’ il caro prezzo che hanno pagato in questi anni”.

Stefano Maccioni, legale dei genitori di Cucchi – costituitisi parte civile del processo – afferma: “La mamma di Stefano ha pianto non appena ha saputo della sentenza. L’ho sentita la telefono. E’ un momento di grande commozione. Dopo 12 anni la lotta non è ancora finita. Siamo comunque pienamente soddisfatti della decisione di oggi della corte d’Appello”.

Ilaria Cucchi non ha ancora scritto nulla sul profilo Instagram ma basta leggere uno dei suoi ultimi post per comprendere in parte quelle che erano le sue sensazioni.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ilaria Cucchi (@ilariacucchiofficial)

Ecco un frammento: “Che triste spettacolo. Quanta rabbia che provo. Quanto dolore inflitto a tutti noi. Quanta arroganza impunita”. Ma oggi – a quanto pare – qualcosa è cambiato.