Denise Pipitone, si rompe il muro che separa dalla verità: ora bisogna guardarci dietro

A diciassette anni dalla scomparsa di Denise Pipitone, il caso si riapre e le ricerche continuano: chi c’è dietro la verità?

Denise Pipitone
Denise Pipitone (foto dal web)

Quella di Denise Pipitone è la storia infinita di una bambina scomparsa nel nulla quel lontano 1° settembre 2004. Stava giocando con i cuginetti e aspettava che il pranzo della nonna fosse pronto e poi? Nessuna traccia della bambina di quattro anni di Mazzara del Vallo. Oggi dopo diciassette anni continuano le ricerche e l’appello della mamma Piera Maggio rimbomba per le strade italiane: “Adesso chi sa parli”. Chi c’è dietro? Qual è la verità che tutti stanno cercando?

LEGGI ANCHE>>>Silvia Romano si è sposata: anche il marito si è convertito all’Islam

Denise Pipitone: è ancora viva? La verità

Denise Pipitone
Denise Pipitone (foto dal web)

LEGGI ANCHE>>>Rifiuta la mascherina in classe e si incatena al banco: Tso per un liceale 18enne

La procura di Marsala ha riaperto le indagini e questa volta si cerca in un luogo vicino: la casa di Anna Corona, ex moglie del padre di Denise e mamma di Jessica Pulizzi, la sorellastra della piccola accusata di averla sequestrata. Tutto è iniziato grazie ad una segnalazione non anonima. Secondo le fonti l’abitazione sospetta nasconde una botola con un pozzo in un garage realizzato solo qualche anno fa. Proprio lì ci sarebbero dovuti essere i resti del corpo della piccola e invece nessuna traccia. “Fino a prova contraria Denise è viva e va cercata” Dopo la notizia da parte degli investigatori la mamma Piera non perde le speranze e continua le ricerche. “Se e quando dimostreranno il contrario, solo all’ora ci fermeremo nel cercarla e proseguiremo in altro…grazie”. 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

Pensa che sua figlia sia ancora viva ed è bene cercarla. E allora gli appelli tornano a farsi sentire. A questo punto non ci sono altri elementi che possano riportare alla morte della bambina, la verità è ancora nascosta e le indagini continuano su diversi fronti. La famiglia e l’Italia intera non si arrendono.