Orrore sulle rive del fiume: ripescati almeno 40 corpi

La situazione è fuori controllo. Altre dozzine di cadaveri sono stati restituiti dalle acque del fiume sacro.

coronavirus india
Corpi bruciati in strada in India (Getty Images)

Dalle acque del fiume Gange continuano a emergere corpi. Le autorità locali ne hanno contati circa 40, ma la cifra potrebbe essere sensibilmente più elevata. Secondo le stime riportate da alcuni media locali, il numero reale potrebbe sfiorare persino le 100 unità. Questa è l’agghiacciante realtà dell’India durante la violentissima seconda ondata di SARS-CoV-2, ora sempre più temuto a causa della nuova variante. Completamente piegato ai ritmi frenetici e insostenibili della pandemia virale, il Paese è sempre più sull’orlo del collasso. I numeri dei contagi e dei decessi hanno raggiunto vette inconcepibili: il bollettino quotidiano rilasciato due giorni fa contava circa 400.000 nuovi contagi e 4.000 decessi nelle ultime 24 ore.

LEGGI ANCHE >>> Rapina in appartamento culmina in tragedia: giovane madre uccisa in modo atroce

Almeno 40 corpi emersi dalle acque del Gange

coronavirus india
Corpi bruciati in strada in India (Getty Images)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Sparatoria all’interno di una scuola: tragico bilancio

Mancanza di medicinali e finanziamenti non aiutano a risollevare il Paese. Ad alimentare la criticità della situazione è l’assenza di posti letto in ospedale e la scarsità di risorse, come i dispositivi essenziali alla ventilazione. Inoltre, proprio come il Brasile, anche l’India inizia a traboccare; e a essere saturi non sono solo gli ospedali. Nei cimiteri dello Stato federale dell’Asia meridionale “non c’è più spazio per i morti.” Pertanto, a causa di crematori pieni e assenza di legna per le pire, molti residenti additano i corpi ritrovati nel fiume sacro alle salme appartenenti a pazienti morti per Covid-19. La cifra dei cadaveri è preoccupante. Lo sottolinea il notiziario The Guardian: finora sarebbero almeno 40 i cadaveri emersi dalle acque del Gange. Il rinvenimento è avvenuto all’altezza nel distretto di Buxar, al confine tra gli stati più poveri del Paese, Bihar e Uttar Pradesh.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

coronavirus india
Crematorio India (Getty Images)

Secondo quanto si legge nei rapporti ufficiali delle autorità, i cadaveri sono stati prelevati e saranno presto seppelliti o cremati. La notizia trova conferma nelle dichiarazioni del funzionario locale Ashok Kumar.

Fonte The Guardian